Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Famiglia Legnanese ringrazia i suoi donatori

"L'altra faccia di una bella medaglia": giovedì 9 maggio la Famiglia Legnanese ha ringraziato i suoi donatori con un evento che ha coinvolto oltre cento ospiti nella suggestiva cornice di Villa Jucker - The Mode Dinner & Events. Un evento pensato per ringraziare chi investe sul futuro dei giovani sostenendo borse di studio a favore di studenti meritevoli e che gli organizzatori intendono inserire in un programma più ampio di incontri e convegni per consolidare il rapporto tra borsisti, imprese e territorio.

Condotta dall'attore-comico legnanese Max Pisu, la serata è stata aperta con un ricordo dedicato a Mauro Mezzanzanica, definito «il presidente del cambiamento», il cui testimone è stato raccolto dall'attuale presidente della Fondazione Famiglia Legnanese, Pietro Cozzi.

  

Dal 1983 ad oggi sono state 3.700 le borse di studio donate a studenti meritevoli, per un corrispettivo di 6 milioni e mezzo di euro. Un contributo che non è mai calato negli anni, nonostante la crisi economica che ha colpito anche le imprese del territorio, rappresentato da diversi sindaci e amministratori dell'Alto Milanese.

Durante le serata è stata consegnata ai donatori un’opera, creata dall’artista Lara Livio, studentessa dell'Accademia Belle Arti Aldo Galli che ha beneficiato a sua volta di una borsa di studio della Famiglia Legnanese.

(Valeria Arini)