Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Pregnana Milanese, multati "pattumeros", prostitute e clienti

"Pugno duro" contro il degrado a Pregnana Milanese. La Polizia Locale è fortemente impegnata a contrastare i fenomeni illeciti che affliggono il territorio come l'abbandono di rifiuti, la prostituzione e la sicerezza stradale. A tal proposito, in questi giorni, è stato installato in via Gallarate un varco di lettura delle targhe e un Velo Ok per il rilevamento della velocità. 

«L’attenzione per la protezione del nostro territorio afferma il sindaco Angelo Bosanie della comunità in cui viviamo  attraverso le attività di controllo che esercitiamo con la Polizia Locale e in collaborazione con le Forze dell’Ordine stanno portando i loro frutti. sul fronte della sicurezza stradale verranno attivati controlli a campione attraverso i quali sanzionare gli automobilisti indisciplinati e quelli irresponsabili alla guida di veicoli non assicurati o non revisionati».

Recentemente il Comando di Pregnana, attraverso i nuovi sistemi di controllo e indagine, ha sorpreso alcuni cittadini indisciplinati che avevano abbandonato rifiuti in zone anche centrali del Comune. Sono state emesse diverse sanzioni di entità variabile, tra le quali ad esempio una di 500euro ad una persona che aveva scaricato sei sacchi di rifiuti in vicolo Cantone, area sensibile dov'è in atto un controllo puntuale per contrastare il fenomeno. 

Dopo la pubblicazione dell’ordinanza di dissuasione alla prostituzione su strada sono stati fermati e sanzionati una decina di clienti e prostitute. Multe emesse nell'arco di una settimana. «Sappiamo bene che in assenza di una legislazione nazionale più adeguata rispetto a questo fenomeno - precisa il sindaco Bosani - i nostri strumenti hanno dei limiti, ma un primo effetto già visibile è stato l’allontanamento delle prostitute dalle zone più prossime al centro abitato: un risultato positivo che speravamo di ottenere e che faremo in modo sia durevole».

In collaborazione con le forze dell’Ordine gli agenti sono intervenuti in un’azienda abbandonata ritrovando un mezzo di cantiere che era stato rubato. Su segnalazione di alcuni cittadini gli uomini del Comando sono riusciti a contestare utilizzi impropri e abusivi di alcune aree agricole periferiche e abbandono di rifiuti all’interno di aree private. Ai proprietari saranno irrogate le sanzioni previste e sarà ingiunto di smaltire i rifiuti e ripristinare i luoghi. 

«Ringrazio quindi la Polizia Locale e i Carabinieri della Stazione locale - afferma soddisfatto il primo cittadino - per l’attività svolta quotidianamente, spesso in maniera poco visibile ma sempre molto efficace».