Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Scuole sicure", dal Viminale 36.456 euro per Legnano

C'è anche Legnano tra i cento Comuni italiani beneficiari dei 4,2 milioni di euro stanziati dal Ministero dell'Interno tramite il fondo sicurezza urbana per finanziare iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di droga nelle vicinanze degli istituti scolastici. Tra le iniziative per i quali potranno essere utilizzati i fondi del progetto "Scuole sicure", campagne informative, installazione di sistemi di videosorveglianza e piani di intensificazione dei servizi di controllo della Polizia locale.

Alla Città del Carroccio sono stati assegnati fondi per 36.456 euro: la domanda per usufruire delle risorse dovrà essere presentata dai Comuni, entro il 31 maggio, alla Prefettura di competenza che ne verificherà l’ammissibilità.

     «L'amministrazione comunale di Legnano esprime grande soddisfazione per essere assegnataria di 36.456 euro per il progetto "Scuole Sicure" - commentano da Palazzo Malinverni -. Lo stanziamento di 4 milioni e 200 mila euro varato dal Ministero dell'Interno (di cui beneficeranno in totale cento Comuni di cui dodici in Lombardia) mostra l'alta attenzione della Lega al Governo e del Ministro Salvini sulla tematica della sicurezza, con fatti concreti e tangibili e la vicinanza e sostegno alle amministrazioni locali che con progetti come questi riescono a fare molto per le esigenze del terrirtorio e dei propri cittadini. I fondi stanziati saranno utilizzati per garantire la sicurezza nel senso più ampio del termine, assicurando ambienti sicuri e promuovendo campagne di sensibilizzazione per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. L'opportunità di oggi aggiunge un importante tassello al lavoro finora svolto dall'amministrazione Fratus che, come da programma elettorale, sul tema della sicurezza in città continuerà ad agire con impegno e costanza».

«La sicurezza dei ragazzi deve essere davvero a 360 gradi -  ha invece sottolineato Fabrizio Cecchetti vice capogruppo leghista alla Camera dei Deputati - e non limitata a un ambito specifico: per questa ragione non ci limitiamo a garantire agli studenti un ambiente di studio idoneo, ma cerchiamo anche di proteggerli da quella che è una vera e propria emergenza nazionale: la droga»