Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il rhodense Borghetti a Bruxelles per la Calre

Primo direttivo 2019, a Bruxelles, per la Calre, la Conferenza che raggruppa i 74 parlamenti regionali europei. E in questa prima riunione è stato approvato il programma di attività del Gruppo di lavoro sulle politiche socio-sanitarie nell’Unione Europea, presieduto dal rhodense Carlo Borghetti.

Il gruppo si occuperà delle diseguaglianze di salute nei sistemi socio-sanitari regionali europei. Il primo incontro pubblico si terrà a Milano il 6 maggio.

«Tra i fattori che creano disuguaglianze fra le persone nell’accesso ai servizi sociali e sanitari ci sono le differenze di istruzione, di possibilità economiche, di genere e di luogo di vita (città, periferia o campagna) -ha affermato il presidente del gruppo di lavoro Carlo Borghetti -. Su questi fattori, e su altri che individueremo, le Regioni devono intervenire per dare davvero a tutti il diritto alla Salute, che sia il più possibile omogeneo rispetto ai vari territori e rispetto ai nuovi bisogni».

(Chiara Lazzati)