Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Termovalorizzatore Silla II, presentata la relazione 2018 del Comitato Tecnico Scientifico

È stata presentata presso il Centro Greppi la relazione sull’andamento  del termovalorizzatore Silla II nel 2018 e il relativo confronto con gli anni precedenti.

Il nuovo “Protocollo d’Intesa sulle modalità di funzionamento del Termovalorizzatore Silla 2, le emissioni in atmosfera, il monitoraggio ambientale e le misure di mitigazione e compensazione”, è stato sottoscritto nel 2017 dal Comune di Pero, Regione Lombardia, Comuni di Milano,  Rho, Settimo Milanese,  Cornaredo, Parco Agricolo Sud Milano e A2A Ambiente SPA e nello stesso è prevista la costituzione di un Comitato Tecnico Scientifico, costituito da tecnici indicati dai singoli Comuni con il compito di acquisire e verificare tutti i dati di funzionamento dell’impianto e dei sistemi di rilevazione.

Il quantitativo totale di rifiuti inceneriti nel 2018 è stato pari a 541.307,70 tonnellate, in incremento rispetto al 2017 e comunque entro i limiti fissati dal protocollo. Nel 2017 il quantitativo era pari a 480.885 tonnellate, stabile rispetto all’anno precedente.  La relazione ha analizzato i dati relativi alle emissioni di inquinanti in atmosfera nel 2018 verificandone il rispettodei limiti previsti delle concentrazioni in atmosfera. Sotto questo aspetto non sono stati rilevati superamenti dei limiti, così come non ci sono superamenti dei limiti per i microinquinanti. 

Per i microinquinanti si ha una significativa diminuzione dei flussi in emissione dal 2015 al 2018.
Inoltre sono stati sostanzialmente completati gli interventi e le azioni da parte del gestore volti a migliorare ulteriormente l’andamento complessivo delle prestazioni dell’impianto e per il riutilizzo dell’energia termica che genera l’impianto per produrre energia elettrica e acqua calda surriscaldata per alimentare la rete del teleriscaldamento.

Nel corso dell’incontro è stato altresì comunicato lo stato d’avanzamento del piano di monitoraggio ambientale che verrà attivato materialmente nei prossimi mesi.

La relazione sarà pubblicata a breve sul sito del Comune.