Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Discarica, Cerro e Rescaldina si preparano a un eventuale ricorso

Cerro Maggiore e Rescaldina si preparano, anche dal punto di vista legale, per impedire definitivamente la riapertura della discarica al polo Baraggia. Nonostante il no di Città Metropolitana a questa ipotesi, infatti, Ecoceresc (ex Simec) potrebbe presentare un ricorso contro la decisione. E i due Comuni del Legnanese vogliono farsi trovare preparati. Nei giorni scorsi le due amministrazioni si sono trovate per definire la linea legale da seguire, in un incontro convocato già prima della scelta della ex Provincia.

«In questa settimana, assieme agli amministratori di Rescaldina, abbiamo incontrato il legale incaricato per seguire la vicenda del progetto di Ecoceresc - spiega il sindaco cerrese Nuccia Berra -. Abbiamo analizzato tutti assieme i vari punti critici e valutato tutte le proposte per l'area Baraggia. È importante sottolineare che le nostre amministrazioni, seppur di colore politico differente e contrapposto, hanno comunità di intenti su questa problematica».

«Ribadiamo che sulla questione discarica non c'è intento persecutorio da parte nostra nei confronti di un'azienda che vuole lavorare, bensì noi vogliamo il rispetto delle regole che, pensiamo con responsabile certezza, ci diano ragione per la nostra posizione contraria - aggiunge il consigliere delegato alla discarica Alessandro Provini -. Noi non siamo ciecamente oltranzisti, bensì ragioniamo nel merito delle questioni. Abbiamo analizzato la vicenda da tutte le prospettive: ambientale, urbanistica, legislativa e in materia di rifiuti. Stiamo delineando una fase articolata che permetta di difendere il nostro territorio e la salute dei nostri cittadini per arrivare alla definitiva ambientalizzazione dell'area Baraggia».

L'amministrazione comunale di Cerro Maggiore, infine, si dice molto soddisfatta della collaborazione con il Comitato e con l'istituto scolastico per la sensibilizzazione dei ragazzi sull'argomento.

(Chiara Lazzati)