Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Franco Tosi riapre le porte ai... socialisti craxiani

Bandiere appese alle travi, sedie, tavoli e telecamere in uno stabilimento della Tosi. Tutto in una fedele riproduzione scenica anni 80.

Ancora qualche particolare e poi il set, allestito nel capannone lungo via Alberto da Giussano, sarà pronto per ripercorrere i momenti salienti del 45esimo Congresso del PSI presieduto dal leader socialista Bettino Craxi.  

Il primo ciak legnanese del film "Hammamet" che racconterà la storia dello statista è in programma martedì 19 marzo.  Com'è visibile dalle foto, passando a piedi per via Alberto da Giussano, è possibile intravedere parte della scenografia che rievoca il mese di maggio del 1989.

Sul film, per ora, c'è massimo riserbo. L'unica cosa certa è che la pellicola, diretta da Gianni Amelio, vedrà protagonisti Pierfrancesco Favino e Claudia Gerini.  Alcune riprese a casa nostra saranno girate anche nella storica Villa Mocchetti di San Vittore Olona.  

  I 560 partecipanti al casting, tenutosi nella storica sede della Famiglia Legnanese, tra ieri e oggi, hanno ricevuto o meno la conferma del ruolo di comparsa. Saranno in 400 a far parte del pubblico che accoglierà Craxi (Pierfrancesco Favino) al congresso in... Franco Tosi.

Già... stabilimenti meccanici in disuso trasformati in moderni stabilimenti cinematografici. Idea geniale. Perchè qualcuno non ci pensa davvero a questa nuova destinazione? Sai che bel problema avremmo risolto! Legnano (quasi) come Cinecittà e un bel pezzo di Tosi restituito al territorio.

(Gea Somazzi)