Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Controlli a Scuola: 4 minori fermati per spaccio e detenzione di droga

  • CRONACA / RHO
  • giovedì 28 febbraio 2019
  • 1083 Letture

Droga tra gli studenti, la Polizia Locale di Rho scende in campo e individua tre giovanissimi spacciatori tra i 16 e i 17 anni. L'attività  antidroga è stata effettuata questa mattina, giovedì 28 febbraio, nelle scuole superiori di Rho. Durante il servizio sono stati sequestrati oltre 150 grammi di droga (hashish e marijuana) e varie centinaia di euro. Infine , è stato anche segnalato un ragazzo per detenzione di modica quantità a fini personali. 

Il servizio di controllo è stato richiesto dagli stessi Istituti come prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti all’esterno e interno dei plessi scolastici. Gli Agenti della Polizia Locale Rhodense sono stati affiancati dalle unità cinofile dei colleghi di Vigevano, con un servizio mirato che fa seguito alla precedente operazione di 15 giorni fa, quando erano stati controllati due Istituti Superiori.

La droga, detenuta dagli studenti, era già confezionata in dosi e “panettini” con peso variabile; tutti erano in possesso di vario materiale per il confezionamento, consumo e vendita. Tre minori, in attesa delle determinazioni della Procura per il Tribunale dei Minorenni, sono stati fermati con l’accusa di detenzione a fini di spaccio, per il quarto solo la segnalazione in Prefettura per detenzione di modica quantità a fini personali. 

«Continuano i controlli della Polizia locale con l’obiettivo di tutelare i nostri ragazzi, che purtroppo diventano a loro volta spacciatori, attirati da un guadagno facile - commenta il sindaco di Rho Pietro Romano -. Le attività operative di quest’anno hanno già portato al sequestro di oltre mezzo chilo di sostanze stupefacenti. Una quantità che mi preoccupa, soprattutto perché rivolta ai nostri giovani. I controlli hanno carattere preventivo repressivo e sono svolti nelle aree frequentate dagli studenti, che si inquadrano nelle priorità della mia amministrazione a tutela dei ragazzi, con programmi che spaziano dall’educazione alla legalità, dall’educazione stradale alla prevenzione del bullismo e cyberbullismo; compiti questi affidati proprio al Corpo di Polizia Locale sotto le direttive mie e degli Assessorati competenti. È importante il ruolo svolto con passione e professionalità dal nostro Comandante Antonino Frisone, dai suoi agenti e dalla Polizia Locale di Vigevano che è intervenuta con le sue unità cinofile».