Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Come riparare la bici: corso gratuito a Rho

  • CRONACA / RHO
  • venerdì 22 febbraio 2019
  • 4164 Letture

Due mattinate dedicate a chi vuole imparare i primi rudimenti sulla manutenzione della bicicletta. Saranno quelle ospitate, per la prima volta, alla ciclostazione beBike di piazza Libertà a Rho, un servizio del Comune di Rho gestito dalla Cooperativa Il Grappolo di Lainate. I due appuntamenti si terranno sabato 16 e sabato 23 marzo, dalle 10 alle 12. I tecnici della Ciclofficina si metteranno a disposizione dei cittadini in due lezioni di introduzione alla ciclomeccanica.

Nel corso base, pensato per chi è alle prime armi, si potrà imparare la manutenzione delle ruote e del sistema frenante. Per chi vorrà continuare il percorso o per chi è già più esperto sarà possibile affinare le proprie capacità seguendo il corso avanzato, in cui saranno illustrate le tecniche per sostituire i raggi, regolare il cambio o ingrassare gli ingranaggi.

L’iscrizione ai corsi è gratuita. E’ possibile iscriversi ad un unico corso o a entrambi. Per consentire una migliore interazione tra tecnici e ‘apprendisti’ le lezioni sono a numero chiuso (massimo 10 persone), e sono pensate per gli adulti e ragazzi dai 12 anni in su. In caso di maltempo i corsi saranno rimandati. Per iscrizioni scrivere a: bebike.rho@ilgrappolocoop.org.

«Ottima iniziativa - commenta l'assessore all'ecologia, ambiente e mobilità Gianluigi Forloni -, conoscere meglio la bicicletta e il suo funzionamento ed essere in grado di intervenire in caso di piccoli inconvenienti “fidelizza” il rapporto con il mezzo, inoltre la regolare manutenzione garantisce l’efficienza della bicicletta e la sicurezza di chi pedala. Ringrazio Il Grappolo per questa lodevole iniziativa che permetterà di far conoscere meglio la bici come mezzo ecologico, sostenibile e di facile gestione».

(Chiara Lazzati)