Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

San Giorgio, in un anno 647 sanzioni e 106 punti in meno sulle patenti

In un anno la Polizia Locale di San Giorgio su Legnano ha emesso 647 sanzioni, con 106 punti decurtati sulle patenti, tre ritiri della licenza di guida e due veicoli sequestrati. Numeri ai quali si aggiungono 130 ordinanze, 14 denunce trasmesse all'autorità giudiziaria, 269 accertamenti anagrafici, sei incidenti stradali rilevati, 27 verbali per violazioni amministrative, quattro sgomberi, 53 sopralluoghi per veicoli rubati e 39 controlli relativi al conferimento dei rifiuti.

É questa la "fotografia" dell'attività svolto nel 2018 dagli agenti del comandante Roberto De Luca. Attività che è stata «implementativa rispetto a quella dello scorso anno - spiega il sindaco Walter Cecchin -, il che vuol dire che i nostri agenti sono riusciti, nonostante la mole significativa di lavoro che deve essere svolta in ufficio e che non è visibile ai cittadini, a stare più tempo sul territorio. Quest'anno per la nostra Polizia Locale è stato un anno particolare, con interventi anche difficili (come ad esempio quelli legati agli sgomberi per le occupazioni abusive ed all'ordinanza contro i rifiuti in via Carso, ndr), rispetto ai quali il comandante e gli agenti si sono dimostrati efficienti nella tutela del territorio, nonostante non si trattasse di attività abituali. L'aiuto che abbiamo ricevuto dall'Arma dei Carabinieri, peraltro, è stato essenziale». 

Insomma, «numeri importanti - continua il primo cittadino -, che riguardano attività portate avanti con pochi uomini e con poche risorse. Sicuramente, sarebbe importante riuscire ad eliminare parte dell'attività d'ufficio per poter presidiare meglio il territorio. Per comuni come i nostri, poi, che hanno a disposizione un numero esiguo di agenti, sarebbe fondamentale anche unirsi e creare un comando unico delle Polizie Locali, in modo tale che possano essere sviluppate delle specializzazioni: oggi più che mai l'attività di Polizia Locale è totalmente cambiata ed è diventata sempre più specifica». 

Anche nel 2019 gli agenti di Piazza IV Novembre continueranno nell'attività di controllo per il conferimento dei rifiuti: «Anche se sembra di poco conto - sottolinea Cecchin -, questi interventi hanno portato il nostro territorio ad avere un ordine e una pulizia sempre maggiori: si tratta di controlli che servono non per sanzionare, ma per far capire al cittadino che esistono regole che vanno rispettate, in modo tale che ci sia un miglioramento del decoro del territorio».

(Leda Mocchetti)