Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rescaldina, tra le idee del bilancio partecipativo anche gli sbandieratori di Asti

Sono più di 50 le proposte presentate per la quarta edizione del bilancio partecipativo "targato" Rescaldina, protagoniste della serata di coprogettazione dove sono state meglio delineate e, in qualche caso, accorpate. Ora, ci sarà un mese di tempo per i tecnici per lavorare alle idee dei rescaldinesi per mettere a punto definitivamente i progetti insieme ai proponenti e stabilire il budget per ciascuna idea, individuando così i progetti che approderanno alla fase finale e saranno ufficialmente presentati alla cittadinanza l'11 marzo.

«Siamo soddsifatti perchè c'è stata una buona risposta da parte della cittadinanza - sottolinea l'assessore alle politiche culturali Elena Gasparri -. Abbiamo notato che ci sono alcuni progetti che vengono ripresentati ogni anno, anche se magari con qualche piccola differenza, ma accanto a questi ad ogni edizione vengono formulate anche delle proposte innovative. Ormai il bilancio partecipativo è uno strumento entrato a far parte dell'amministrazione del comune».

Tra i "cavalli di battaglia" del bilancio partecipativo, che anche quest'anno sono tornati alla ribalta grazie alle proposte dei cittadini, il cineforum, la videosorveglianza e le pensiline degli autobus. Tra le novità, invece, l'idea di invitare in paese per una giornata musici e sbandieratori del Borgo San Lazzaro di Asti, con un workshop per i giovani delle contrade in mattinata ed uno spettacolo per tutta la cittadinanza nel pomeriggio. E ancora la pista di pattinaggio per i mesi invernali (per la quale sarà però necessario vagliare attentamente i requisiti di budget prima di un'eventuale ammissione), la riqualificazione dello spazio di via Nenni con una pista di pattinaggio e una per gli skateboard e un ciclo di lezioni dedicate all'economia. Non sono mancate, come sempre, le proposte legate alla musica ed all'organizzazione di laboratori e corsi per i più piccoli.

Nella mappa interattiva, tratta dal sito dedicato al bilancio partecipativo, tutte le proposte che saranno vagliate dai tecnici nel prossimo mese.

(Leda Mocchetti)