Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Cometa di Natale" che spettacolo, i consigli del Gruppo Antares

Tutti con il naso all'insù per vedere la "Cometa di Natale". La 46P/Wirtanen è visibile a occhio nudo e lo sarà ancora per alcuni giorni a patto di trovarsi in luoghi isolati senza inquinamento luminoso. Stiamo parlando del suggestivo evento astronomico che caratterizzerà la fine del 2018.

Come spiega Maurizio Franchini e Vittorio Marinoni del Gruppo Antares Legnano,  proprio questa domenica 16, la "Cometa di Natale" raggiungerà la distanza minima dalla Terra: sarà a “soli” 11 milioni di chilometri. «Scordiamoci le immagini di comete molto luminose con una lunga coda spettacolare che riempie il cielo - spiegano i due esperti legnanesi -. L’aspetto della cometa Wirtanen sarà quella di una larga nube molto diffusa, più luminosa al centro e degradante verso i bordi. È la “chioma” della cometa. Salvo sorprese, non vedremo la coda perché attualmente è molto debole e neppure il colore, che risalta solo in fotografia, ma l’aspetto sarà comunque insolito ed affascinante».

L'oggetto celeste scoperto nel 1848 dall'astronomo americano Alvar Wirtanen è già visibile come lo dimostrano le foto scattate da Franchini sulle Prealpi Varesine. «Oltre al bel tramonto che ci porta dal lago di Varese fino alle Alpi marittime francesi abbiamo ripreso la già famosa Cometa di Natale ovvero la 46/P Wirtanen - affermano i due astronomi Franchini e Marinoni -. Come si nota non è così facile vederla, tantomeno da Legnano se il cielo non è molto limpido. Direi indispensabile almeno un piccolo binocolo. Si sta spostando con una velocità relativa e in questi giorni è vicino alla costellazione del Toro oltre 20° sopra all'orizzonte. Il suo massimo avvicinamento alla Terra è previsto per l'appunto domenica 16 dicembre e la Luna con la sua luce disturberà le osservazioni. In quel giorno laa cometa sarà vicino alle Pleiadi il bellissimo gruppo di stelle».

Quindi il periodo migliore per ammirare la cometa è quello compreso tra lunedì 10 e lunedì 17 dicembre. Nella notte tra il 13 e il 14 la Terra attraverserà il piano dell’orbita della cometa e potrebbe verificarsi una pioggia di stelle cadenti, le Geminidi, prodotta dai minuscoli granelli di polvere emessi dalla cometa nel corso dei precedenti passaggi.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.antareslegnano.org

(Gea Somazzi)