Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A Palazzo da Perego, il "viaggio" nel mondo di Corto Maltese

Partecipata l'inaugurazione della mostra "Oltre Corto Maltese - Miraggio di Memoria" curata della Compagnia scheriANIMAndelli nelle sale di Palazzo Leone da Perego a Legnano. 

Il simbolico taglio del nastro è avvenuto, sabato 1 dicembre, in contemporanea con  l'apertura in piazza S.Magno del Magico Natale

In prima il fumettista linea Muñoz che ha esposto 20 disegni su Corto Maltese. Con lui Marco D’Anna e Fulvia Serra, storica direttrice del periodico Linus. Ad accompagnare i protagonisti i due curatori Paolo Scheriani e Nicoletta Mandelli. A presenziare nell'affollata sala anche il sindaco Gianbattista Fratus, l'assessore alla Cultura Franco Colombo e l'assessore all'Urbanistica Gianluca Alpoggio. 

Tavole intense quelle del maestro fumettista che ha ripercorso e interpretato la linea di Pratt. «Ben 65 anni fa rimasi ipnotizzato dalla bellezza di Corto Maltese - commenta Muñoz passeggiando nelle sale espositive -. Ed ecco che ho deciso di ripercorrere le linee di Pratt per poi interpretarle immergendomi nel mondo del marinaio disincantato e del sergente Kirk. Due temperamenti uniti: sono storie di due uomini di cuori intelligenti che difendono la dignità. Dietro alle avventure di Maltese c'è anche la storia di una terra come la mia, l'Argentina». Un lavoro emotivo, un intreccio tra Italia e Argentina: «Pratt ha raccontato la mia terra, e io ho lavorato nella sua, E' un amalgama importante». 

Ad accompagnare il suggestivo percorso che mostra «l'evoluzione del personaggio, il cui spirito continua a vivere», alcune frasi di Marco Steiner  tratte dal libro "Miraggi di Memoria - Itinerari ipnotici lungo il cammino di Corto Maltese, appena pubblicato da Nuages. 

L'esposizione è stata arricchita dagli scatti di Marco D'Anna che ripercorrono i viaggi di Maltese. E ancora le video installazioni di Vincenzo Cascone, i suoni, che renderanno «l'esperienza di ognuno unica e intima». Nelle sale inoltre  libri e alcune sedute speciali dove potersi soffermare prima di arrivare alle ultime sale dedicate ad alcune stampe di Pratt dedicate al tango. Il viaggio termina con un acquarello originale che raffigura il marinario Maltese con alle spalle il Duomo di Milano. 


Apertura al pubblico fino a domenica 20 gennaio ogni sabato, domenica e festivi (esclusi Natale e Capodanno) dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Ingresso gratuito.

Clicca qui per il calendario degli eventi.

(Gea Somazzi)