Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Comuni Ricicloni, il Legnanese "svetta" nella classifica 2018

Legambiente incorona anche quest'anno i Comuni Ricicloni di Lombardia. La classifica 2018 degli enti virtuosi in materia di raccolta differenziata è stata svelata questa mattina a Palazzo Reale a Milano. Tra i 134 comuni della provincia di Milano solo 36 hanno conquistato il titolo di "Comuni rifiuti free", 8 in più rispetto al 2017.

Buone notizie anche per il Legnanese: dai tre premiati dell'anno scorso si è arrivati a cinque, con i nuovi ingressi di Rescaldina e Canegrate. Nella classifica 2018 ecco infatti San Giorgio su Legnano (12), Rescaldina (14), Canegrate (29), Busto Garolfo (32) e Nerviano (33).

Per ottenere questa "etichetta di qualità" un Comune deve conferire meno di 75 kg all'anno di rifiuto secco non riciclabile per ogni abitante e superare il 65% di raccolta differenziata.
Percentuale, quest'ultima, nel cui calcolo in base al nuovo metodo dettato dal decreto del Ministero dell’Ambiente del 26 maggio 2016 sono inclusi anche i rifiuti da spazzamento stradale avviati a recupero, i rifiuti provenienti da piccoli interventi di rimozione eseguiti direttamente dal conduttore della civile abitazione (fino a 15kg/ab/anno) e i rifiuti avviati a compostaggio domestico dalle singole utenze (fino a 80kg/ab/anno).

BUSTO GAROLFO - Busto Garolfo si aggiudica il 32° posto nella classifica dei Comuni Ricicloni all'ombra della Madonnina, contro la 20° posizione del 2017, con 71,1 kg di rifiuto secco non riciclabile per abitante all'anno, per una percentuale di raccolta differenziata complessivamente pari all'82,40%.
«È un bellissimo risultato raggiunto grazie al lavoro di tutti - sono le parole della prima cittadina Susanna Biondi -. Complimenti soprattutto ai cittadini di Busto Garolfo».

CANEGRATE - Canegrate conquista il 29esimo posto della classifica dei Comuni Rifiuti Free provincia di Milano. La cittadina guidata da Roberto Colombo conferisce 65,7 kg di rifiuto secco all'anno per abitante e raggiunge l'84% di differenziata con il nuovo metodo di calcolo. «Siamo ovviamente molto contenti per questo riconoscimento - il commento dell'assessore all'ambiente Davide Spirito -. Il merito è principalmente dei nostri concittadini, che si sono dimostrati attenti nel riciclare i rifiuti secondo le indicazioni del Cmune. La raccolta puntuale e i sacchetti con il tag hanno dato buoni frutti: i canegratesi sono ancora più attenti nella differenziazione. Questi sono senza dubbio risultati positivi e incoraggianti per fare ancora meglio».

NERVIANO - Nerviano arriva 33esimo nella classifica dei Comuni Rifiuti Free provincia di Milano. Sono 71,9 i kg di secco non ricilabile per abitante annui che la cittadina amministrata da Massimo Cozzi conferisce. La differenziata, con il nuovo metodo di calcolo, tocca quota 81%.
«Ci riteniamo pienamente soddisfatti del risultato che non fa altro che confermare l'impegno dei nervianesi nei confronti dell'ambiente - le parole dell'assessore all'ambiente Laura Rodolfi - . È anche la dimostrazione dell'inutilità delle numerose polemiche dello scorso anno riguardanti l'introduzione dei sacchi viola. Gli ottimi risultati sono stati riconfermati».

RESCALDINA - Ingresso in classifica al 14° posto con 51,3 kg di rifiuto secco non riciclabile e una percentuale di raccolta differenziata pari all'87,40% per Rescaldina, che a giugno era stata insignita del titolo di "Comune Riciclone" all'EcoForum a Roma, classificandosi tra i 505 comuni italiani su 7.954 premiati per i risultati ottenuti nella raccolta e gestione dei rifiuti.
«Sapevamo di essere un Comune Riciclone fin da giugno perchè eravamo già stati premiati a Roma nell’edizione nazionale - sottolinea il vicesindaco Daniel Schiesaro -. Essere stati premiati anche nella nostra Regione ripaga ulteriormente per anni di impegni, sacrifici e dedizione per ideare, organizzare e realizzare sul nostro territorio un ciclo virtuoso e sostenibile di gestione dei rifiuti. Ho ritirato io il premio, ma con me erano moralmente presenti tutti i cittadini rescaldinesi che non hanno mai smesso di credere che il mondo si possa cambiare a partire dai piccoli-grandi gesti virtuosi quotidiani. Il premio e il ringraziamento più grande va a loro!».
«Sono contentissimo per questo ulteriore premio, che certifica positivamente il programma politico e le scelte amministrative di Vivere Rescaldina - gli fa eco il sindaco Michele Cattaneo -. Sono orgoglioso sia del grande lavoro svolto dal mio vicesindaco e assessore ai lavori pubblici e igiene urbana Daniel Schiesaro, sia del grande spirito ambientale dei miei concittadini. Il ringraziamento più grande infatti va proprio ai cittadini virtuosi che quotidianamente si impegnano nel fare bene la raccolta differenziata. Nei prossimi mesi verranno organizzati dei nuovi incontri pubblici per sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza e fare formazione per una corretta differenziazione dei materiali; durante questi incontri verranno altresì premiati i cittadini che si sono distinti con azioni virtuose in ambito ambientale. L’obiettivo, infatti, è continuare a migliorare! Vogliamo mantenere Rescaldina su alti standard ambientali e per farlo avremo bisogno di sanzioni per chi non rispetta le regole e di maggiore formazione e sensibilizzazione per chi invece vuole contribuire a costruire un mondo migliore!».

SAN GIORGIO SU LEGNANO - Posizione numero 12 nella classifica dei Comuni Rifiuti Free della provincia di Milano per il paese guidato da Walter Cecchin, che ha scalato 9 gradini in graduatoria rispetto alla 21° piazza dello scorso anno, raggiungendo una percentuale di raccolta differenziata pari all'87,4% e passando da 65 a 48 kg annuali di rifiuto secco per abitante.

«Dodicesimi in provincia di Milano, sessantacinquesimi in Lombardia su 1516 comuni - evidenzia il sindaco -. Da notare che tutti e tre i comuni che fanno la raccolta puntuale in Amga sono tra i primi comuni in Lombardia. Un grande lavoro e un grande risultato per il nostro ambiente, grazie soprattutto alla sensibilità dei cittadini che si impegnano quotidianamente per migliorare sempre più il nostro ambiente. Un ringraziamento particolare va anche all'ufficio ecologia, al geometra Alessandro Bestetti e ad ALA per il servizio e la collaborazione offerta. Mi rammarico solo che questo risultato non porti un risparmio sostanziale anche dal punto di vista economico, visto il continuo incremento dei costi di gestione e smaltimento dei rifiuti a livello nazionale. Questi risultati si ottengono solo e perché San Giorgio c'è».