Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Forse non tutti sanno che.. i Boy Scout sono nati con la Grande Guerra

Forse non tutti sanno che durante la Grande Guerra a Legnano si è costituita l’Associazione dei Ragazzi Esploratori, meglio noti come Boy Scouts.

Martedi 4 maggio 1915 si svolse a Legnano, al Salon Teatro una riunione del Sottocomitato per la preparazione civile. Più di mille i partecipanti. Scopo del Sottocomitato era la raccolta di soldi e materiali, nonché la disponibilità di tempo ed opere per venire in soccorso dei militari e delle famiglie degli stessi, in particolare delle più povere e dei bambini. Dopo una decina di giorni avevano già aderito al Comitato diverse associazioni ed erano giunte le prime iscrizioni per il corpo dei Boy Scouts. A fine giugno i Ragazzi ebbero la loro divisa: “l’ing. Cav. Jucker del Cotonificio Cantoni ha promesso al Sottocomitato di dare gratuitamente la tela per le divise dei primi 40 iscritti”.

Uno dei compiti dei Boy Scouts era di gestire le comunicazioni e l’ordine nel caso di arrivo dei militari feriti o malati alla stazione per il ricovero nelle due scuole Carducci e Amigazzi (l’attuale istituto Barbara Melzi) convertite in ospedali militari. Non avevano ancora sostenuto l’esame finale né pronunciato il giuramento tuttavia un primo loro intervento fu agli inizi di luglio 1915. In quel caso, leggiamo sul settimanale Unione, “Giovani Esploratori, automobili, portaferiti, infermieri, tutti in un batter d’occhio furono al loro posto… L’aspettativa fu vana; i feriti non arrivarono. Ai dirigenti rimase la soddisfazione di aver fatto una prova di… mobilitazione generale riuscita benissimo. Quale la ragione del mancato arrivo?” Non si è mai capito!

“31 luglio 1915. Il Gruppo dei Giovani Esploratori ha raggiunto i settanta iscritti e sono tutti bei giovanetti, fieri, volonterosi ... Intanto svolgono la loro opera nei due ospedali territoriali rendendosi cari ed utili.”

Il 26 agosto 1915 arrivò un treno della Croce di Malta per l’ospedale Giosuè Carducci, con 106 soldati di cui trenta ammalati, il resto feriti fra i quali alcuni gravi: “magnifica fu l’opera dei boy-scout per la precisione, l’ordine, la regolarità, la disciplina. … La sorveglianza e la tutela dell’ordine furono fatte con premura e riguardo dai Boy-scout, dalla Società Ginnastica, dai pompieri del Cotonificio e della ditta A. Bernocchi, dalle guardie comunali e dai Carabinieri.”

E finalmente il giuramento! 3 ottobre 1915. “Alle ore 10, nella palestra della Società Ginnastica “Legnano” con largo intervento di autorità civili e militari … Settantadue baldi giovinetti pieni di franchezza e di entusiasmo giurarono domenica la fede all’onore ed alla Patria. L’egregio prof. Assi, presidente della sezione Legnanese dei Boy-Scouts – a nome anche del Comitato di Preparazione Civile, promotore della Sezione stessa – fece il discorso inaugurale.”

Nella fotografia dell’archivio storico di G. D’Ilario tratta da “La Martinella” dicembre 2003 vedete i ragazzi collegiali della scuola legnanese “Silvio Pellico” vestiti da Boy Scout, anno scolastico 1916-1917. In piedi a destra il prof. Egidio Assi.

Sulla “Gazzetta dello Sport” abbiamo trovato il nome di alcuni legnanesi Boy Scouts iscritti a gare di cross country negli anni della Grande Guerra: Cozzi Carlo, Dell'Acqua Gioacchino, Dell'Acqua Guglielmo, Fontana Giacomo, Lamperti Luigi, Lamperti Pietro.

Un grande Cross Country si svolgerà nel Parco Reale di Monza domenica 10 febbraio 1918. I Giovani Esploratori legnanesi nati nel 1900 (è questa la discriminante) si iscrivono: Amendola Giuseppe, Borghi Giovanni (Nino), Bramani Bruno, Castiglioni Giovanni, Ceriani Antonio, Falzone Renato, Pezzoni Riccardo, Piocchi Bernardino, Zambelli Giuseppe. E fanno bene ad iscriversi: come sezione si classificheranno PRIMI.

Renata Pasquetto


Questo articolo è presente in

"Legnano nella Grande Guerra 1915-18"

Il libro è in vendita presso la liberia "Nuova Terra" di Legnano