Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Forse non sapete che... i legnanesi decorati sono stati più di 100

Centenario della Grande Guerra 1915-18

Forse non lo sapete che... i soldati di Legnano decorati
nella Grande Guerra sono stati poco più di cento!

Al termine della nostra ricerca ("Legnano nella Grande Guerra", 2018) i decorati sono risultati 104 con ben 115 decorazioni: alcuni ne hanno conseguita più d'una.

Nell'elenco sono stati compresi oltre ai legnanesi di nascita, anche coloro che si sono nel tempo trasferiti a Legnano per vari motivi, e quelli dei paesi del circondario di Legnano.

Le decorazioni considerate oltre alle medaglie d'oro, d'argento e di bronzo al Valor Militare sono la croce di guerra al V.M. e la promozione ad un grado superiore ottenuta sul campo.

 La quasi totalità delle informazioni è stata ottenuta dalla consultazione dell' “Albo d'onore dei decorati al V.M.” delle associazioni d'arma di Legnano, dal sito www.istitutonastroazzurro.org. e dall'Archivio Storico del Comune di Legnano.

Quando queste informazioni indicavano il reparto di appartenenza del militare, il luogo e il giorno del fatto eroico è stato possibile, unitamente ad altre opportune ricerche, ricostruire seppure in modo sommario gli avvenimenti che avevano coinvolto il decorato e che gli avevano fatto meritare il riconoscimento.

Abbiamo incontrato alpini, artiglieri, mitraglieri, cavalleggeri, bersaglieri, 'arditi', genieri, motomitragliatori (bersaglieri  ciclisti montati però su motociclette – spesso di marca Frera, costruite a Tradate – cui era fissata una pistola mitragliatrice), automitragliatori (a bordo di autoblindo Ansaldo) e militi della Territoriale.

Nel corso della ricerca ho avuto la inattesa opportunità di incontrare e parlare con la figlia di un decorato che con disponibilità mi ha fornito notizie del padre relative anche al suo ritorno dal fronte.

 Dall'Archivio Storico del Comune di Legnano è emersa la vicenda di un combattente italiano sul fronte francese dove merita la 'medaglia commemorativa francese': la restituisce al governo francese nel 1928 perchè a suo parere la giustizia e la stampa francesi avevano trattato blandamente degli anarchici italiani  esuli che in un attentato avevano ucciso il vice console italiano.

 Non solo medaglie che premiano atti di valore militare: un soldato viene decorato per aver tratto da un fiume in piena un bambino che assisteva al passaggio delle truppe in marcia e che era caduto in acqua.

Luigi Marcon, ex-docente presso l'Istituto "Bernocchi" di Legnano


Questo articolo e tanti altri sono presenti in

"Legnano nella Grande Guerra 1915-18" (II vol.)

Il libro è in vendita presso la libreria "Nuova Terra" di Legnano.

Presentazione del libro il giorno 19 ottobre, Leone da Perego, ore 21

Interverranno gli autori


- Volti di soldati di Legnano morti in guerra

https://www.youtube.com/watch?v=cO7NfrPiHzs