Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Polfer, 6970 servizi per controllare treni e stazioni

Estate impegnativa per la Polizia Ferroviaria che ha effettuato 6970 servizi di vigilanza negli scali ferroviari della zona. I poliziotti hanno setacciato le linee ferroviarie, come la Varese-Milano, per contrastare situazioni illecite come spaccio, furti e aggressioni.   

Per vigilare sulla sicurezza delle migliaia di viaggiatori sono state organizzate 2003 scorte sui treni. I treni scortati sono stati 4597 e pattugliamenti lungo le linee ferroviarie 1669. Nello specifico gli agenti hanno svolto 560 servizi antiborseggio e 14 pattuglioni straordinari.

Numeri importanti quelli presentati nel bilancio di fine estate della Polfer. Sono state emesse 93 proposte per provvedimenti di polizia, mentre sono 17 i minori rintracciati. Otre 70 le persone accompagnate in ufficio per controllo, 20.291 quelle controllate. In totale sono state denunciate 621 persone e sono state emesse 517 contravvenzioni elevate, di cui 361 al regolamento ferroviario. Risultano 93 coloro che sono stati sanzionati in applicazione del cd. Daspo Urbano, di cui 14 con foglio di via obbligatorio del Questore. 

Nell’ambito dei controlli dei furti di rame, sono stati controllati altresì 193 rottamai, 254 persone identificate, 2 persone indagate, 10 le sanzioni amministrative per un totale di 27.766,67 euro.

La presenza di impianti di videosorveglianza si è dimostrata particolarmente efficace nella conclusione positiva di diverse attività investigative. Tra le operazioni di maggiore risalto, ricordiamo una turista indonesiana che ha riposto la somma di 14.000,00 euro all’interno di una borsa, ed è stata circuita da 4 cittadine bosniache che, attraverso l’apparente disponibilità ad accompagnarla in ascensore, riescono a sottrarle la borsa contenete il contante. Sempre la squadra di P.G. della Polfer ha arrestato due cittadini stranieri per estorsione ai danni di un cittadino libico al quale, per restituire importanti documenti allo stesso sottratti alcuni giorni prima, hanno chiesto la somma di euro 1.500,00. Nel lungo elenco risulta anche una donna, aggredita da uno spasimante nella stazione di Milano Centrale, che è stata salvata dall’intervento di una pattuglia Polfer. Ricordato anche l’arrestato a bordo treno, da parte della Polfer di Brescia, di un cittadino pakistano trovato in possesso di ben 3,5 Kg. di Hashish e il fermo di polizia giudiziaria di un nigeriano che, pochi giorni prima ha aggredito sessualmente una ragazza nella stazione di Milano Garibaldi.

Diversi anche gli interventi di soccorso pubblico, tra i quali si evidenziano il ritrovamento di una persona anziana dalla Polfer di Varese, la cui scomparsa era stata denunciata, affetta da demenza senile ed in stato confusionale che, a seguito di ricerche, è stata affidata alla figlia; l’intervento, rapido ed efficace delle pattuglie Polfer, ha permesso ad un padre in partenza per le vacanze, di riavere il figlio minore, poco prima accidentalmente smarritosi nell’affollatissima stazione di Milano Centrale.

Inoltre, 9 le giornate di controlli straordinari organizzate nel periodo estivo: 3 operazioni “stazioni sicure”, con una intensificazione dei servizi negli scali ferroviari (832 persone controllate, 4 arrestate, 22 indagate); 3 operazioni “rail safe day” per la prevenzione di comportamenti scorretti e pericolosi in ambito ferroviario (187 località sensibili presidiate, 37 stazioni elevate); 3 operazioni “oro rosso” per il contrasto al fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario (182 controlli, 230 le 2 persone controllate, 2 gli indagati, 8.416,67 euro le sanzioni e 2.250 Kg. Di rame di provenienza illecita recuperato).