Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Crollato ponte a Genova: 26 le vittime, 15 i feriti, 440 gli sfollati

Aggiornamento delle 23 - L’ultimo dato ufficiale parla di 26 vittime e 15 feriti, come scrive su Twitter la Regione Liguria. In precedenza fonti dei vigili del fuoco avevano riferito di 35 morti. Tra le vittime, 19 quelle identificate, c’è anche un bambino di 10 anni. Undici edifici sono stati evacuati e il Comune di Genova comunica che ci sono 440 persone sfollate.

Aggiornamento delle 22 -  “Il crollo del ponte autostradale Morandi avvenuto oggi a Genova, che si sarebbe verificato per cause di natura strutturale, conferma ancora una volta la necessità di dare avvio a una svolta culturale che veda finalmente l'adozione di un vero piano nazionale di manutenzione dell'edificato e di controllo del territorio”. Questo il commento del Consiglio Nazionale dei Geologi in merito al cedimento del viadotto sul torrente Polcevera.

“Molte delle infrastrutture viarie italiane – prosegue la nota del CNG - sono state costruite negli anni ‘60 e ‘70 e si rifanno dunque a normative tecniche non adeguate agli utilizzi e ai carichi di esercizio attuali, ma molte di esse sono anche carenti dal punto di vista della sicurezza geologica e sismica, perché il contributo di queste discipline non era contemplato dalle allora vigenti normative. E in tutto il Paese sono migliaia i ponti e i viadotti che rientrano in questa casistica. Per evitare che si ripetano tragedie simili, è indispensabile attuare una seria politica di prevenzione dai rischi, finalizzata alla sicurezza e alla pubblica incolumità dei cittadini e a un sicuro risparmio economico solo attraverso un piano straordinario di manutenzione e messa in sicurezza delle opere esistenti e del territorio, richiamato dopo ogni tragedia ma subito dopo sempre finito nel dimenticatoio".

Aggiornamento delle 19 - Regione Lombardia presente a Genova tra i soccorritori.Sono gia' arrivate due unita' cinofile da Giussano (Mb)con 4 operatori e 2 cani, oltre alle unita' U.S.A.R.
(Urban Search And Rescue) specializzate in attivita' di ricerca e salvataggio di persone disperse e seppellite. Provengono da Milano, Bergamo e Brescia e sono composte da 11 operatori Areu e
da 40 Vigili del Fuoco.

Aggiornamento delle 18 - Sale a 35 il bilancio dei morti per il crollo del ponte autostradale Morandi sul torrente Polcevera. Lo comunica l'agenzia di stampa Ansa: "C'è il rischio che altre parti del ponte possano crollare, per questo motivo abbiamo sfollato le persone da tutti gli edifici circostanti". Lo ha detto uno dei soccorritori al lavoro nei pressi del ponte crollato. “Al momento del crollo transitavano 30-35 autovetture e tre mezzi pesanti” ha detto il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Aggiornamento delle 15.30 - "Sono almeno 22 le vittime accertate" ha detto il viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Edoardo Rixi, parlando a SkyTg24. Tra le vittime c'è anche un bambino, ha confermato all'Adnkronos Francesco Bermano, direttore del 118 del capoluogo ligure, riferendo inoltre che sono al momento circa 12 le persone estratte vive dalle macerie.

Aggiornamento delle 14 - Ansa individua in 11 morti l'attuale e tragico bilancio di Genova. Tra le vittime, un bambino. 5 i feriti in codice rosso. Alcuni testimoni che in auto si trovavano vicino al ponte Morandi prima del crollo hanno visto "un fulmine colpire il ponte


Si teme una decina di morti, a Genova, dove è crollato un ponte sulla A10.

Nel video, il momento in cui crolla il ponte Morandi, condiviso sui social da un utente Facebook. 

Autostrade.it comunica che sono chiusi al traffico i tratti Bivio A10/A7 Milano-Genova e Genova Aeroporto.

Queste le indicazioni ai viaggiatori: chi da Savona è diretto a Genova deve utilizzare l'A26 Genova-Gravellona Toce, poi la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 verso Genova.
Chi da Livorno è diretto a Savona, utilizzare l'A7 Milano Genova, seguire le indicazioni per la Diramazione Predosa-Bettole e poi prendere la A26 verso Genova e proseguire per Savona. 
Non si consiglia di percorrere le autostrade nella zona di Genova.

Sempre Autostrade comunica che: "In relazione al crollo di parte del viadotto Polcevera sull’A10, risalente agli anni ‘60, erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto e che, come da progetto, era stato installato un carro-ponte per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione.  I lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza da parte della Direzione di Tronco di Genova.  Le cause del crollo saranno oggetto di approfondita analisi non appena sarà possibile accedere in sicurezza ai luoghi".  

Tutti i mezzi di soccorso sono sul posto.

Foto in copertina da Sanremonews