Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Gente in piazza" a Cerro Maggiore, l'amministrazione: "Un successo"

A qualche giorno da "Gente in piazza", la serata che tra mercatini, giochi e musica sotto le stelle ha riempito il centro di Cerro Maggiore, l'amministrazione comunale tira le somme dell'evento. Il neo sindaco Nuccia Berra non fa nulla per nascondere la sua soddisfazione: «Gente in Piazza è stato un successo. Oltre mille persone sono passate nelle vie del centro di Cerro sabato sera. Questo è stato l’inizio del nostro mandato un impegno in mezzo alla gente. Stiamo amministrando Cerro e Cantalupo da meno di un mese e abbiamo già dovuto affrontare numerose sfide e questo successo ci fa molto piacere. Ringrazio i nostri dipendenti per l'impegno mostrato e dico ai miei assessori di continuare così».

A fare da eco alla prima cittadina si aggiungono gli assessori alla cultura Fioranna Pirola e al tempo libero Daniel Dibisceglie. «L'estate è il periodo delle feste e delle sagre, ma negli ultimi anni le normative sulla sicurezza hanno reso sempre più difficile l'organizzazione di questi eventi - affermano Pirola e Dibisceglie -. Addirittura, prima della nostra elezione, alcuni eventi erano stati annullati o ridimensionati, come previsto per Gente in Piazza».

Dibisceglie rivendica la paternità dell'iniziativa, così come si è vista, alla attuale amministrazione. «Voglio sottolineare che Gente in Piazza è stata la prima manifestazione organizzata, o meglio riorganizzarta, dalla nostra amministrazione. Solo quindici giorni fa era prevista un'istallazione limitata nello spazio e con al massimo una quindicina di standisti - spiega l'assessore -. Con umiltà abbiamo ascoltato le critiche e le varie proposte che commercianti e gruppi di cittadini ci hanno fatto pervenire, abbiamo cercato le soluzioni migliori con gli uffici e grazie all'impegno di tutta la struttura comunale siamo riusciti ad ampliare la zona della manifestazione, coinvolgendo molte attività commerciali, e raddoppiare il numero di espositori previsto, arrivando a superare i 35 operatori. Il nostro sforzo è stato talmente apprezzato che alcuni esercizi commerciali del centro hanno deciso, di loro iniziativa, di ingaggiare degli animatori musicali oltre il preventivato. Migliorando ancor di più la serata».

«A conti fatti - conclude invece la collega con delega alla cultura Pirola - la volontà dimostrata dall'amministrazione di collaborare, ascoltare e migliorare le iniziative ha prodotto sin da subito risultati eccellenti senza pesare sulle casse comunali. Ripetiamo: da qui vogliamo partire. Non abbiamo la bacchetta magica, ma molte idee e progetti ed una gran voglia di agire per il bene di Cerro e Cantalupo».