Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Intitoliamo una via a don Brazzelli": il messaggio di pace della Lega

Una via, una piazza o un giardino pubblico intitolato a don Luigi Brazzelli, parroco di San Bernardo per 35 anni, scomparso il 12 maggio 2017.

La richiesta arriva proprio dalla Lega Nord castellanzese, tramite una mozione: «Molti preti continuano a dire che i leghisti devono essere allontanati dalle chiese - spiega il consigliere di minoranza, Angelo Soragni -, noi invece andiamo in controtendenza, chiedendo di intitolare una via a un parroco unico, che ha fatto tantissime cose belle per la nostra città, come la fondazione dell'oratorio. Noi leghisti siamo legati alla figura di don Luigi e vogliamo così smorzare i toni, valorizzando quello che è il pensiero cattolico».

Ricordato come un uomo «mite, buono, di cultura ineguagliabile, sempre disposta ad ascoltare gli altri», don Luigi Brazzelli, attraverso l'intitolazione di una via potrà essere ricordato in città anche da chi non ha avuto il piacere di conoscerlo. «Questo per noi è un messaggio di pace - prosegue Soragni -. La Lega sta prendendo consensi ovunque, anche dal mondo cattolico che condivide il nostro pensiero di accoglienza. Un'accoglienza ragionata, dove non si può dare false speranze a chi arriva nel nostro Paese. Si rischia di avere una massa di persone che vengono illuse pensando di poter trovare una vita migliore, ma questo non è possibile»

(Manuela Zoni)