Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Borghetti: "No alla chiusura biglietterie Trenord"

Nel piano di razionalizzazione delle biglietterie, che porterebbe alla chiusura di diversi sportelli, anche quelli di Parabiago e Canegrate. Il Partito Democratico è subito intervenuto con una interrogazione urgente in Consiglio Regionale per chiedere a Regione Lombardia, che controlla Trenord, di bloccare questo progetto. 

"Sono fermamente contrario alla chiusura delle biglietterie di Parabiago e Canegrate. Se il piano fosse confermato sarebbe un errore grave -commenta il vice Presidente del Consiglio Regionale Carlo Borghetti-  Una simile decisione potrebbe produrre oltre ai disagi ai pendolari un’ulteriore peggioramento dello stato della stazione, favorendo in questo modo situazioni di abbandono e degrado. Per questo motivo come PD siamo subito intervenuti per chiedere a Regione Lombardia non solo di bloccare la chiusura, ma anche di rilanciare la stazione come presidio di legalità e sicurezza. Bene hanno fatto in questo senso i Sindaci a chiedere un chiarimento ufficiale a Trenord". Aggiunge poi Borghetti:

"In risposta alla nostra iniziativa l'assessore regionale Terzi ha proposto un'audizione di Trenord in commissione per conoscere nel dettaglio i reali progetti della società. In quella occassione - conclude il vice Presidente del Consiglio regionale- chiederemo formalmente che a Parabiago e Canegrate non venga tolto questo servizio e che, anzi, venga messo in campo un piano di riqualificazione per garantire e migliorare la vivibilità e la sicurezza della stazione".