Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A 85 anni gira l'Italia a piedi, Alessandro Belière accolto a Parabiago

E' arrivato nella città di Parabiago puntuale come un orologio svizzero l'instancabile Alessandro Belière, l'85enne che percorre a piedi tutta Italia. Partito da Oleggio di primissima mattina, alle 10.30 è giunto nella città della Calzatura all'altezza di via Legnano dove è stato accolto dal Gruppo di Cammino Parabiago, dall'Associazione Culturale ERA che pratica il nordic walking, dall'Assessore allo Sport Diego Scalvini e dal Sindaco Raffaele CucchiTutti hanno percorso con lui l'ultimo tratto del percorso previsto per oggi terminando con un momento di accoglienza nel Municipio.

«​Alessandro è il benvenuto nella nostra città che fa dello sport e dell'attività sportiva in genere, uno stile di vita - afferma il primo cittadino durante l'incontro - E benvengano le sfide come la sua che, oltre ad essere occasione di incontro, sensibilizzano le persone al cammino. Camminare, infatti, fa sicuramente bene alla nostra salute, ma anche all’ambiente perché ci allena a dimenticare l'uso della macchina quando potrebbe non servire. Le auguriamo di raggiungere l'obiettivo di questa sua quinta tappa e di poter così entrare nel guinness dei primati!».

Le sfide di Alessandro Belière sono iniziate nel 2007 per festeggiare i suoi primi ottant’anni con un percorso di 1743 km che lo ha visto protagonista dal Trentino alla Sicilia. Da allora cammina per l’Italia incontrando realtà, persone e comunità diverse. Quest'anno la sua quinta tappa che, se concluderà, lo farà entrare nel guinness dei primati con un totale di 20mila km percorsi a piedi in giro per il Bel Paese. Le sue sfide lo hanno visto affiancato da personaggi noti al mondo della politica, ma anche del sociale, ma soprattutto ha camminato spesso con persone con disabilità.

Vedovo da molti anni, è stato alpino paracadutista, subacqueo e appassionato di squali, ora l'85enne viaggia con uno zaino sulle spalle pieno delle cose di prima necessità, ma soprattutto di un paio di scarpe di scorta e cinque magliette per il cambio. Delle sue sfide dice: «Camminare mi permette di incontrare persone e visitare l'Italia in tutte le sue sfumature. Cosa mi piace di più dell'Italia? Le donne, la cucina e i posti che visito!».