Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il nuovo dirigente Umberto D'Auria si presenta alla città

È già al lavoro il nuovo vice questore aggiunto della Polizia di Stato di Legnano, Umberto D'Auria. Il dirigente, proprio in questi giorni, ha preso il posto di Francesco Anelli trasferito, dopo 4 anni in via Gilardelli, al Commissariato Scalo Romana, in zona Corvetto, a Milano clicca qui per il precedente servizio.

Il dr. D'Auria, 46 anni, ha diretto invece il Commissariato di Milano Comasina, recentemente agli onori della cronaca per l'arresto del "boss dei paninari" e il caso di una ragazza sequestrata da padre e fratello perchè voleva farsi suora. 

Un veloce cambio al vertice per il Commissariato legnanese, impegnato a contrastare l'illegalità sul territorio. «Visto il lavoro svolto dai miei predecessori posso solo dire che eredito un'importante posizione - commenta D'Auria -. Il commissariato di Legnano è noto per essere un distaccamento, con una certa autonomia dalla Questura di Milano, vista anche la presenza dell'ufficio passaporti. Quindi, risulta particolarmente delicata la gestione di questa realtà composta da 59 poliziotti e 5 impiegati civili».

La carriera del dr. D'Auria inizia al Commissariato Ivrea a Torino per poi proseguire nella Polizia di Frontiera di Ventimiglia, nello specifico nel Centro di scambio informazione. Il dirigente è approdato poi al Commissariato Comasina a Milano nel 2014. Da martedì 2 gennaio scorso, si è insediato a tutti gli effetti in via Gilardelli. A seconda delle risorse umane e gestionali della struttura, il dirigente proverà a «riattivare una pattuglia appiedata per le vie della città - spiega D'Auria -. Sarebbe un servizio di prevenzione aggiuntivo, ma è necessario verificare se è possibile realizzarlo. Il lavoro è tanto e il primo obiettivo è quello di mantenere alto il livello che vanta questo Commissariato».

Il dr. D'Auria si è già presentato al sindaco Giambattista Fratus e ai vertici delle Forze dell'Ordine presenti sul territorio, tra cui anche il procuratore Gianluigi Fontana della Procura di Busto Arsizio. La sua prima "uscita ufficiale" in città sarà per monitorare con i poliziotti legnanesi la  "Commemorazione dei deportati di Mauthausen" in programma martedì 16 gennaio. «Legnano è una città esigente e viva - afferma D'Auria - e noi siamo chiamati a presidiare questo territorio nel migliore dei modi». 

(Gea Somazzi)