Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Impianto Forsu: Amga e Asja superano l'esame

Nel video la presentazione dell'impianto biometano di Foligno


Pro e contro l'impianto Forsu, ieri sera, martedì 6, in una affollata aula consiliare, con il vertice Amga schierato in forze (presidente Geroldi, direttore generale Fommei e responsabile progetto Migliorini) e l'amministrazione comunale presente con sindaco Fratus e assessore Alpoggio.

A vivacizzare l'incontro di presentazione dell'impianto che sorgerà nel 2019 diversi esponenti dei comitati di quartiere più agitati dalla novità, come quelli di S.Paolo, Mazzafame e di Borsano.

Il cronista non può dimenticare l'impressione di una efficace risposta fornita dai dirigenti di Asja Ambiente Italia e di Tecnologie Ambientali, il raggruppamento temporaneo d’imprese che si è aggiudicato l’appalto, alle numerose richieste di informazioni.

Dai problemi strettamente ecologici a quelli dell'impatto del traffico, da quelli così tecnici da essere compresi da una minima parte dei presenti al ricorso al Consiglio di Stato, abbiamo assistito a una apprezzata volontà di dare una seria e convincente risposta, anche tramite immagini, a chiunque si proponeva.

Rassicurazioni, insomma, e garanzie per un impianto unico sul territorio per tecnologia e modernità. Ancora migliore rispetto a un "gemello" presente a Foligno che dovrebbe permettere ai cittadini di beneficiare di un notevole risparmio sul costo del servizio di smaltimento dei rifiuti organici, mentre ad Amga frutterà 116mila euro all'anno, per una concessione ventennale.

Non tutti, giusto rilevarlo, alla fine avevano cambiato la loro idea negativa sul progetto. Ad Amga e ad Asja il compito di nuove assicurazioni nei futuri incontri che si terranno nei quartieri della città.

(Marco Tajè)