Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Corteo Arbaeen, gli organizzatori: "Scusateci per il disturbo"

Ringraziano tutti e si scusano per il disturbo. La comunità sciita, con sede a Busto Garolfo, protagonista della "processione" religiosa di sabato scorsa invia una mail al nostro giornale per spiegare i motivi dell'evento, per ringraziare la Polizia di Stato, la Polizia Locale, il Comune di Legnano e anche per "scusarci con i cittadini di Legnano per il disturbo". Di seguito il messaggio


Prima di tutto vorremmo ringraziarvi per averto dato copertura al corteo che abbiamo organizzato. Leggendo i commenti sotto il post, abbiamo notato che molta gente è confusa riguardo a cosa fosse il corteo e a che cosa rapressentasse.
Quest'anno la comunità Sciita locale, basandosi sul corteo di Arbaeen a Karbala, dove ogni anno avviene la più grande riunione pacifica del mondo ,con oltre 20 milioni di persone, ha organizzato un corteo per commemorare il martirio di Imam Hussain, nipote del Profeta Maometto.
Imam Hussain era stato ucciso, assieme alla sua famiglia e i suoi compagni, nella Battaglia di Karbala, per essersi ribellato al califfato di Yazid, regime dispotico basato sull' oppressione, ingiustizia e estremismo, valori che l'Islam ripudia.
L'obiettivo del corteo era quindi quello di diffondere il messaggio di amore e di pace, ricordando il sacrificio di Imam Hussain contro l'estremismo di quel tempo e protestando contro quello di oggi.
Alla fine vorremmo ringraziare la Polizia di Stato, la Polizia Locale, il Comune di Legnano e il vostro Team di legnanonews.com, e vorremmo scusarci con i cittadini di Legnano per il disturbo.

La Comunità Sciita

(Marco Tajè)