Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

600 studenti a "Lezione d'opera"

Gli studenti di Castellanza incontrano la musica lirica. Il progetto che la Bcc promuove ormai da 10 anni porterà 600 alunni tra elementari e medie a "Lezione d'opera", con la messa in scena de "Le nozze di Figaro". Saranno tre gli spettacoli proposti, giovedì 16 novembre al Teatro di via Dante, dalla Compagnia dell'Opera e dall'Orchestra Amadeus: due riservati agli studenti durante la giornata e il terzo aperto a tutta la città, alle 21. «Non posso che essere contenta di questa collaborazione con la Bcc che crede molto in Castellanza - ha espresso la sua soddisfazione il sindaco Mirella Cerini -. Con questo secondo evento in città, la banca si dimostra attenta alle esigenze del territorio, con un'azione fortemente culturale e formativa».

Lo scopo della messa in scena dell'opera di Mozart ha lo scopo sia di avvicinare i ragazzi all'opera ma anche di offrire a tutta la città un momento di grande cultura: «Questo è un modo diverso di essere banca sul territorio - ha sottolineato Simone Mantovani della Banca di Credito Cooperativa, affiancato da Maria Carla Ceriotti, che ha ricordato come bambini e ragazzi, al termine dello spettacolo, sono sempre «molto interessati e curiosi di conoscere la storia dell'opera e gli strumenti che il maestro mette loro a disposizione per provare ad usarli».

La musica infatti va ragionata, compresa e gustata: così il direttore artistico Marco Raimondi ha sottolineato l'importanza di un progetto che ha conservato negli anni la sua peculiarità, quella di «offrire uno spettacolo che non sia solo fruizione frontale, ma rendere consapevole il nostro pubblico di che cosa si sta ascoltando. Il nostro è un evento di tipo sociale dove il pubblico è parte attiva dello spettacolo».

 Alla presentazione sono intervenuti anche gli assessori Rosangela Olgiati (istruzione) e Gianni Bettoni (cultura), oltre al Dirigente scolastico Istituto Comprensivo Castellanza, Laura Landonio. Tutti e tre hanno rimarcato il carattere educativo della proposta e quanto i ragazzi siamo aperti ad ogni genere musicale nel momento in cui gli si fa una proposta con un linguaggio adeguato. «Sicuramente sarà un'esprienza a 360 gradi perchè la lirica permette di mettere in campo tutti i sensi» ha commentato Landoni. 

(Manuela Zoni)