Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nizzolina come il bronx, la denuncia di un residente

Non ce la fanno proprio più a Nizzolina, frazione di Marnate. Troppe le incursioni di malavitosi che si lanciano in furti nelle abitazioni, incuranti anche dei sistemi di sorveglianza, video e allarmi vari. Un residente ha così deciso di lanciare l'allarme anche attraverso la stampa. Fanno riflettere le sue ultime considerazioni: "Dopo aver esperito tutti gli accorgimenti deterrenti, resta una sola via possibile...". Già, ma che facciamo? Torniamo al vecchio Far West?


La presente per segnalare la situazione ormai divenuta insostenibile delle intrusioni in abitazioni private a Nizzolina.

Dopo lo spaccio e i danneggiamenti ad autovetture, le intrusioni in abitazione sono divenute una costante, con l'aggravante che ora si verificano anche in pieno giorno, da individui incuranti dei sistemi di videosorveglianza e dei cani da guardia (come da foto allegate).

Non è che serva neppure molto sporgere regolare denuncia presso le autorità competenti, i cui commenti sono stati:"Le riprese delle telecamere private non sono abbastanza nitide da consentire l'individuazione dei responsabili".

Viene leggittima una domanda : dobbiamo provvedere da soli alla ns. sicurezza? A fronte di quali conseguenze?

Resta inteso che dopo aver esperito tutti gli accorgimenti deterreni (porte blindate, grate alle finestre, antifurto interno, sensori di movimento esterno, telecamere di videosorveglianza) resta una sola via possibile.

A buon intenditor....

Dr. M. Cerati