Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

L'assessore Fava tra Rho e San Vittore Olona in un tour del distretto agricolo

"Il Davo è la più efficace dimostrazione del funzionamento di un Distretto agricolo". L'ha detto l'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava al termine della sua visita alle realtà del "Distretto agricolo Valle Olona"  in un itinerario partito a Rho e conclusosi poi a San Vittore Olona. A chi ha chiesto a Fava cosa debba essere un distretto Fava ha risposto così:  "In molti si sono chiesti come debba agire e cosa debba fare un distretto - ha sottolineato l'assessore - e il Davo dà la migliore risposta possibile perché dimostra grandi progettualità e un'alta attenzione alla promozione e valorizzazione del territorio che viene riscoperto e promosso. Le azioni del Davo sono le più efficaci per difendere il territorio e le sue produzioni locali che meritano adeguate vetrine".

"Il Davo è un modello - ha detto ancora Fava - per la valorizzazione del paesaggio e del territorio lombardo e una via da seguire per dare nuovo e più ampio respiro all'agricoltura lombarda che diventa sempre più vicina alla gente e strumento per arginare l'antropizzazione. Va sottolineato - ha aggiunto - come sia bello vedere che le compensazioni economiche di Expo siano effettivamente giovate al mondo agricolo e possano ulteriormente farlo".

"Il nostro distretto - hanno poi aggiunto il presidente del Davo Giuseppe Caronni e il direttore Marco Pezzetta - si sviluppa tra il Plis 'Pianura Olona' e il 'Plis dei mulini' per più di 1.500 ettari e oltre 40 aziende coinvolte". "In entrambe le realtà - hanno aggiunto - sono state realizzate opere di riqualificazione in accordo con Ersaf ed Expo". 

Il tour di Fava aveva preso il via alle 10, con la presidenza del Davo, in piazza Visconti a Rho e si è concluso poi presso la Stalla Giulini a San Vittore Olona. Nel pomeriggio, dalle 13, Fava ha poi visitato l'azienda agricola 'La Morosina' di via alla Cascina Morosina ad Abbiategrasso: Fava ha visitato a Rho il riale, a Parabiago la zona umida, poi villa Scheibler, il primo ippodromo d'Italia, poi il mulino Sant'Elena ancora funzionante e che il Davo gestisce in convenzione con la Fondazione Ferrario; quindi ha visitato le aree di laminazione ambientale che Davo ha in convenzione con Regione Lombardia. "Obiettivo di Davo - hanno concluso - è quello, dopo il consolidamento delle azioni dei primi cinque anni, quello di promuovere i prodotti tipici del territorio in ambito agroecologico anche con la collaborazione della Facoltà di Agraria".