Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Vasca olimpionica, per la piscina un biglietto da visita niente male

Manca sempre meno all'apertura della vasca olimpionica in piscina a Legnano. Dopo mesi di lavori, il cantiere sta per essere rimosso e che dire? La struttura ha un biglietto di ingresso niente male. Almeno nella prima parte, con il prato sintetico appena posizionato, la vasca portata allo stesso livello, l'imbiancatura dei muri. 

Di date per l'inaugurazione ne sono state dette tante. «Si spera per sabato 21 luglio - ha annunciato Carlo Bandera, direttore sportivo di Amga Sport - Ora la vasca va pulita, riempita e va fatta girare l'acqua per verificare che l'impianto ecologico funzioni a dovere. Il risparmio, dal punto di vista energetico, è stimato in un 30%». 

La riqualificazione non potrà certo essere la svolta per l'impianto comunale gestito da Amga Sport. Qualche problema lo risolverà certamente, ma questo può essere considerato solo un primo passo per tornare a galla. «Ce ne sono di cose da fare» ha commentato Lorenzo Fommei, direttore generale di Amga. E ha ragione, perchè la parte ludica dell'impianto ha bisogno di una riqualificazione nonostante sia stata rigenerata la parte verde e sia stato sistemato il campo da beach volley, che si presume possa essere sfruttato di più organizzando tornei in agosto. 

Fommei per ora resta sicuramente soddisfatto dell'intervento alla vasca olimpionica: «Tutto è stato portato allo stesso livello di 2 metri - ha spiegato -. Dove prima c'era la fossa dei 5 metri è stato fatto un locale tecnico, con una serie di impianti a servizio della piscina»La struttura dei trampolini è rimasta, ma questo si sapeva, perchè si tratta di un bene sottoposto a vincolo della sovrintendenza; tuttavia è stato fatto un restyling estetico ed è stato interdetto l'accesso. «Tutto è stato ritinteggiato, a parte le gradinate che saranno fatte in un secondo momento. Il colore del fondo, nocciolina chiaro, con la luce del sole valorizzerà molto il colore dell'acqua, facendone risaltare la purezza».

Nella vasca olimpionica, gli impianti tecnologici sono stati completamente rifatti e i 4 sfiori consentiranno alle persone di nuotare senza il ritorno dell'acqua. «Ora ci sono 4 filtri di dimensioni idonee per una filtrazione di tutta l'acqua nelle 4 ore - ha commentato Bandera -, per cui tutta l'acqua presente nella vasca in questo arco di tempo passa dai filtri e viene rigenerata. Questo ci permette poi di tenere aperti entrambi gli impianti perchè è totalmente autonomo. La qualità dell'acqua è sicuramente migliore con la presenza ora di 80 bocchette di immissione dell'acqua rigenerata. Prima ce n'erano soltanto 8 laterali per cui il ricambio dell'acqua in profondità era difficile». 

Dall'Olanda poi è arrivato il prato artificiale posto accanto alla vasca, una scelta «costosa, ma una volta che il prato viene posato devi solo pulirlo dai piccoli residui». Quando sarà aperta la struttura ci saranno a disposizione 40 ombrelloni ed altrettante sdraie, a pagamento nel fine settimana, mentre ad uso libero dal lunedì al venerdì. Per il resto dipende tutto dalla proprietà, il Comune di Legnano: «Noi siamo gestori, ovviamente più ci sarà un intervento di riqualificazione meglio sarà per la piscina» ha commentato Fommei. 

(Manuela Zoni)