Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rescaldina, presentato il bilancio di previsione 2019

Rescaldina ha presentato il suo bilancio 2019: nella seduta consiliare di giovedì 14 marzo l'assessore alla partita Francesco Matera ha illustrato le linee guida del documento previsionale - l'ultimo del mandato - al Parlamentino cittadino.

Nessuna variazione per quanto riguarda i principali tributi comunali, ovvero Imu, Tari, Tasi e addizionale Irpef. Per quanto riguarda la parte corrente del bilancio, le principali scelte politiche della giunta guidata da Michele Cattaneo comporteranno un minore gettito Imu per circa 90mila euro a seguito della variante PGT apporvata nelle scorse settimane: «una scelta di salvaguardia del territorio», ha ribadito Matera, a seguito della quale sono statte stralciate «numerose previsioni urbanistiche, quindi edificabili, che scontano un'imposta maggiore a titolo di Imu rispetto all'imposta che deve essere pagata su un terreno agricolo». L'amministrazione, inoltre, ha scelto di destinare risorse per 40mila euro ad un progetto imperniato sul lavoro e sul contrasto alla disoccupazione, finalizzato al reinserimento e al riorientamento lavorativo, e 80mila euro ad investimenti sul personale comunale, in particolare su nuove assunzioni. Poi una voce da 100mila euro per la riqualificazione energetica dell'impianto di illuminazione pubblica, maggiori inserimenti di minori in comunità per 120mila euro e 323mila euro per la gestione del progetto SPRAR, che trovano contropartita anche sul fronte delle entrate. 

Per quanto riguarda gli investimenti, il contributo di 100mila euro erogato da Roma con la legge di bilancio sarà destinato alla messa in sicurezza della scuola primaria Manzoni di Rescalda. Confermato il finanziamento per il bilancio partecipativo, e poi manutenzioni straordinarie per 60mila euro, una nuova auto e nuove attrezzatire per la Polizia Locale per 55mila euro e il campo in sintetico via Schuster per 100mila euro.

Senza dimenticare i 2.188.000 euro per l'ampliamento della scuola Manzoni finalizzato alla realizzazione di una nuova scuola materna, cui vanno sommati 100mila euro per opere da effettuare sull'edificio esistente. La scelta - che già in estate aveva fatto discutere il Parlamentino - secondo la maggioranza è sia supportata da motivi politici, trattandosi di «un investimento che crea progresso sociale attraverso la crescita educativa della comunità», sia confortata dal quadro economico, con la quota di debito residuo che dal 2014 al 2019 è sceso del 25% circa e, spostando l'arco temporale al 2021 è destinata ad un sostanziale dimezzamento.

Per il biennio 2020/2021, infine, sono previste entrate per 3,6 milioni di euro, ovvero gli oneri di urbanizzazione che deriveranno dall'ampliamento Auchan, il cui procedimento è stato avviato in Regione. La giunta Cattaneo, quindi, ha inserito nel documento di bilancio anche gli indirizzi politici per i principali investimenti che ne deriveranno: indirizzi che potranno trovare conferma o smentita dopo che i cittadini avranno scelto il nuovo primo cittadino nella prossima tornata elettorale.

In particolare, nelle intenzioni dell'attuale maggioranza, un milione di euro sarà dedicato alla ristrutturazione di edifici scolastici, e specificamente alle scuole secondarie di primo grado, e un altro milione alla ristrutturazione degli impianti sportivi. Poi 450mila euro per interventi sul patrimonio comunale in generale, 260mila euro per la riqualificazione dei parchi cittadini, 230mila euro per la manutenzione straordinaria di strade e marciapiedi e 200mila euro per la riqualificazione del Centro Sandro Pertini. 

(Leda Mocchetti)