Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Comitato Legalità a Legnano: già 25 le adesioni

Presentato il ricorso per invalidare la procedura di surroga attivata dal difensore civico regionale, Carlo Lio, e quindi per annullare ogni decisione amministrativa successiva all'atto ufficializzato giovedì scorso, 11 aprile.

Il ricorso, conferma Andrea Grattarola (Movimento 5 Stelle): «è stato presentato da alcuni consiglieri dimessi, in rappresentanaza di tutti i gruppi, e dal presidente del neo Comitato Legalità a Legnano, il dr. Antonio Guarnieri».

Il motivo per cui non tutti i consiglieri dimessi hanno firmato il ricorso sarebbe duplice. «Anzitutto l'impossibilità di essere presenti al momento della presentazione del documento - spiega ancora Grattarola -. In secondo luogo, la decisone di lasciare al partito l'incarico di gestire questa parte giudiziaria».

   Grattarola si astiene dall'indicare gli  ex consiglieri che non hanno firmato il documento, tuttavia fonti attendibili del chiacchiero politico indicano tre esponenti del PD, così come era accaduto per la denuncia penale nei confronti del sindaco Fratus, quando anche in quel caso erano stati alcuni democratici a non aderire alla iniziativa.

Creato venerdì 12 aprile, il Comitato Legalità a Legnano, che si è assunto la paternità della manifestazione popolare di govedì sera, in collaborazione con tutte le forze di minoranza, ad oggi, conferma Guarnieri, ha raccolto 25 adesioni. Anche in questa circostanza non tutti coloro che si sono dimessi dal consiglio comunale hanno aderito. Tuttavia, ricordiamo, il Comitato è aperto a chiunque e la situazione, quindi, è in continua evoluzione. L'evento di giovedì 18 sulla pagina Facebook, sempre ad oggi pomeriggio, sta facendo registrare 85 partecipanti e 193 persone interessate.

Infine, prime rinunce alla carica di consigliere comunale nella sua nuova conformazione. La lista è aperta dalla leghista Nadia Prandoni che, trasferitasi lontana da Legnano, lascerà il posto a Davide Turcolin. A breve, possibile l'annuncio di altre defezioni tra le minoranze. Tiene invece a confermare la sua futura presenza Alfonso Cocciolo (Movimento X Legnano), anche se, come tutta la opposizione, giovedì prossimo... marcherà visita.

(Marco Tajè)