Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Vincoli alla Manifattura, il Pd risponde ad Alpoggio

«Vogliamo ricordare all’Assessore Alpoggio, a precisazione di quanto da lui affermato nelle ultime dichiarazioni, che non compete al PD, come d’altra parte alla Lega, l’attivazione di atti formali amministrativi ma piuttosto sia suo compito portare all’attenzione della città temi e questioni che ritiene importanti. Il PD consapevole del proprio ruolo politico lo fa. Nel caso specifico ribadiamo, con orgoglio, che la procedura di verifica di interesse storico culturale del complesso architettonico della Manifattura è stata avviata dall’Amministrazione Centinaio e, come ricordato dallo stesso Assessore, è stata condivisa dal MIBAC che ha delegato la Soprintendenza competente a “valutare l’opportunità di sottoporre l’ambito in questione ad uno specifico provvedimento di tutela, avviando, se del caso, il procedimento. La Soprintendenza riconosciuta la possibilità di adottare provvedimenti di tutela aveva quindi avviato l’iter».

Secondo il Pd l'iter è stato avviato dalla Soprintendenza che si è interfacciata con la proprietà dell'immobile: «Suona stonata l’affermazione “Ecco perché sono dovuto ripartire da zero”. Qualcuno ha chiesto di annullare l’iter conseguente alla segnalazione del Comune di Legnano del 2015 o si è concluso e con quale esito?», è pertanto la domanda dei democratici.

«Dai laconici comunicati stampa sui contatti con la Soprintendenza non si capisce a che punto siamo e quali siano i nodi da sciogliere - prosegue il Pd -  Ci piacerebbe sapere quali atti concreti siano stati fatti da questa Amministrazione. Se, come ricordato nel nostro comunicato, le porte della Manifattura si sono chiuse possiamo immaginare che non tutti gli attori che si muovono sull’argomento, con convinzione, convergano nell’obiettivo di trovare una soluzione alla questione della salvaguardia. Aldilà della polemica politica, a noi però piace pensare che ci stiamo muovendo tutti per un riuso ed una valorizzazione storico-culturale ed economica della Manifattura. C’è stata una stagione che, indipendentemente dalle procedure amministrative, ha fatto rivivere la Manifattura. Auspichiamo che possa tornare, in attesa che qualcuno abbia idee migliori e che le procedure si concludano».

L'assessore all'urbanistica, Gianluca Alpoggio, ribadisce di non avere trovato alcuna traccia di iter avviato.