Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Tari non riserverà sorprese ai legnanesi

Nessun errore di calcolo per la Tari di Legnano. A rassicurare i legnanesi una nota esplicativa arrivata nel pomeriggio di oggi, martedì 14 novembre, da Palazzo Malinverni. In questi giorni, la questione sulla Tassa dei Rifiuti ha fatto parlare a livello nazionale  e gli uffici competenti del Comune di Legnano hanno ricevuto alcune telefonate di richiesta informazioni.

Così come Busto Garolfo (clicca qui per la notizia) prima, e in seguito Parabiago e San Giorgio, anche Legnano ha voluto fare chiarezza.

«In merito alle notizie circolate in questi giorni sugli organi di stampa nazionali relative ai possibili errori nel calcolo della quota variabile della Tassa Rifiuti (TARI) sulle pertinenze delle abitazioni - si legge nel comunicato -, il Comune di Legnano informa che tale quota è sempre stata calcolata correttamente una sola volta per le abitazioni con pertinenze (box, cantine e solai), in conformità alla normativa di riferimento. Non si sono, pertanto, mai verificate duplicazioni del tributo sui rifiuti, sin dall’istituzione della TIA (dal 2006 al 2012), della Tares (2013) e della TARI (dal 2014). Il Regolamento e le Tariffe applicate nel Comune di Legnano sono pubblicate sul sito istituzionale (www.legnano.org, voci: “Regolamento – TARI” “Modulistica – TARI”) e possono essere riscontrate dal contribuente nel dettaglio degli importi indicati negli avvisi di pagamento già in possesso. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare Amga Legnano-Area Tributi e il Comune di Legnano- Servizio Tributi».