Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Legnanese in Ecuador lancia una azienda che aiuta le comunità dell'Amazzonia

Di lui avevamo già parlato nel 2013. Fabio Barbetta, ingegnere agronomo di Legnano, aveva lasciato la città del Carroccio per trasferirsi in Ecuador, a Guayaquil, e mettersi alla guida di Dawua, azienda di import-export del suocero ecuadoriano. Attività che continua a guidare e a crescere. A distanza di 6 anni torniamo a parlare di lui per un nuovo progetto sociale e commerciale che il legnanese ha avviato insieme alla moglie Trizzia.

     Dawua, questo il nome della nuova società, è stata aperta un anno fa e dà lavoro a una comunità della Amazzonia Ecuadoriana, il cui livello di povertà è estremo. Come? Attraverso il recupero dei terreni e la coltivazione della Guayusa, una "super foglia" utilizzata per oltre 1.500 anni dalle tribù indigene locali per il suo alto contenuto di antiossidanti e caffeina. Una pianta della tradizione che solo oggi ha raggiunto i mercati occidentali, entrando con la "forza di un tornado" per i suoi effetti energizzanti e rigeneranti.

Per la raccolta e la produzione delle foglie, Fabio Barbetta e la moglie si sono appoggiati alla fondazione Chankuap, una ONG che aiuta attraverso le sue varie aree di lavoro e progetti lo sviluppo socio-economico delle comunità locali. Sono loro invece a sviluppare tutta la parte commerciale: «Abbiamo coinvolto università e specialisti per analizzare le piante e i prodotti - racconta Fabio -  siamo andati di persona a conoscere la comunità locale nella foresta amazzonica partecipando al rituale della oppina, una esperienza molto forte. In poco tempo siamo riusciti dare vita al progetto e a partire con la commercializzazione della pianta trasformata in infuso. Alla "super foglia" si sono aggiunti altri prodotti, sempre della tradizione locale, biologici e con proprietà antiossidanti, che commercializziamo in forma di infusi, in diverse tipologie, e olii essenziali».

In questi giorni Fabio è tornato a Legnano per trovare i familiari e presentare i suoi prodotti alle aziende europee interessate. Tra un impegno e l'altro ha trovato il tempo per passare in redazione e presentare il suo nuovo progetto ai lettori di Legnanonews.

(Valeria Arini)