Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Scarpe stringate da uomo: Oxford e Derby, come abbinarle?

Oggi il mondo delle calzature maschili sembra aver riscoperto due dei grandi classici della moda da uomo: le scarpe stringate in cuoio. Questo materiale conserva infatti ancora oggi il fascino di un tempo, essendo sempre sinonimo di qualità ed eleganza.

Tra i modelli più gettonati in assoluto di calzature di questo tipo ci sono senza ombra di dubbio le Oxford e le Derby. Queste due tipologie di scarpe stringate danno sempre un tocco di originalità e stile all’uomo che le indossa, ma vengono spesso confuse per via di alcune caratteristiche comuni; eppure presentano alcune differenze che vanno approfondite, onde evitare errori di abbinamento nel look. Approfondiamo quindi le loro caratteristiche e vediamo in che modo dovranno essere abbinate per non sbagliare outfit ed essere al top in ogni occasione.

Oxford: formalità ed eleganza

Le scarpe Oxford (note anche come “francesine”) sono le calzature formali per eccellenza, che non a caso hanno attraversato la storia arrivando fino ai giorni nostri. Il loro nome è dovuto al fatto che nell’Ottocento erano indossate dai rampolli delle famiglie benestanti che frequentavano l’omonima università inglese, tra le più antiche d’Europa. A differenza della scarpa Derby, questo tipo di scarpa ha la mascherina cucita sopra i gambetti, che sono quindi uniti vicino al collo del piede.

Gli abiti sartoriali e gessati sono i più indicati da abbinare a un paio di Oxford; anche il tight e il frac sono perfetti per questo tipo di calzatura decisamente chic, soprattutto nel caso delle Oxford lisce.

Derby: stile e informalità

Nonostante anche le Derby siano indubbiamente delle scarpe eleganti, rispetto alle Oxford appaiono comunque più indicate per eventi meno formali. Si tratta infatti di scarpe che rientrano nello stile casual chic, più rilassato di quello elegante e formale imposto dalle francesine. Un paio di scarpe Derby può essere quindi abbinato a capi più sportivi come i jeans e i pantaloni chino, insieme a una camicia (con o senza fantasie, a seconda dei gusti personali) e un blazer dal taglio anche insolito. Un altro esempio di outfit perfetto per questo tipo di calzature è quello composto da camicia in cotone con collo alla coreana e pantalone di flanella. La Derby è quindi una scarpa che lascia molta più libertà in fatto di abbinamenti e che, per questo motivo, è preferibile in ambienti che prevedono un dress code meno rigido.