Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Saldi, in linea con lo scorso anno

Saldi invernali: dalle prime rilevazioni effettuate da FederModaMilano (Confcommercio Milano) nessun trionfalismi, ma nemmeno assoluta negatività In sintes, emerge un andamento in linea con lo scorso anno.

"Una partenza non effervescente - rileva Renato Borghi, presidente di FederModaMilano - che ha visto comunque numerosi consumatori a caccia dell’affare e della qualità nei nostri negozi. Ciò lascia ben sperare. Auspichiamo, quindi, che nei prossimi giorni possano crearsi le condizioni favorevoli a quegli acquisti che davvero garantirebbero agli operatori commerciali la liquidità necessaria in vista dei vicini appuntamenti di presentazione delle nuove collezioni di moda. Nell’ultimo sondaggio effettuato da Federmodamilano, la stragrande maggioranza dei soci si era espressa per posticipare i saldi all’effettiva fine stagione: al termine di gennaio o, addirittura, a febbraio. A fronte di un mercato che si sta evolvendo e di nuove esigenze, riproporremo agli operatori un nuovo sondaggio”.

Affluenza, in particolare, nei negozi dei centri commerciali. Prodotti più venduti in questa prima giornata: maglieria, camiceria, scarpe. Il freddo di questi giorni ha incentivato anche gli acquisti dei piumini, mentre per i capi spalla si tende ad aspettare ancora qualche giorno con il pieno rientro in città dei milanesi. Le aspettative degli operatori – rileva Federmodamilano – appaiono positive.

Lo scontrino medio è di poco superiore ai 100 euro. La percentuale media di sconto si è attestata sul 30%.