Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Convention 2018 del Gruppo Autotorino guarda a nuovi orizzonti

Il Gruppo Autotorino si è riunito per la convention annuale a Morbegno, in Valtellina, al termine di un anno in cui ha espresso quella capacità di andare controcorrente rispetto ai trend di mercato (-3% stimato per il settore) che ne ha decretato negli anni il consolidamento a livello nazionale. Il Gruppo, infatti, registra nel 2018 una crescita del 5% delle vendite nonché del 10% di fatturato e del numero di collaboratori.

Un appuntamento che quest’anno ha radunato gli oltre 1100 collaboratori a pochi chilometri da Cosio Valtellino dove pulsa il centro direzionale del concessionario leader in Italia, per guardare verso “Nuovi Orizzonti”, tema e filo conduttore dell’incontro.

L’evento che ha riportato tutta la Grande Squadra alle radici territoriali e valoriali del Gruppo guidato dal presidente Plinio Vanini e dal consigliere delegato Stefano Martinalli, a partire dalle persone quali motore trainante dell’azienda, fino al sostegno a progetti che valorizzano reti di solidarietà, come quelli di Cancro Primo Aiuto ONLUS, con la quale continua e cresce la collaborazione.

In primo piano la visione aziendale fatta di numeri e risultati, ma anche della capacità di ascolto e soddisfazione tanto dei clienti, quanto dei collaboratori e dei partner.

Una direzione che, con una ‘Digital Road-map’ costruita e sviluppata ininterrottamente da oltre 10 anni, nel 2019 consoliderà l’Ecosistema Autotorino: persone, processi e piattaforme convergeranno e metteranno in stretta comunicazione punti d’accesso e sistemi aziendali, elevando da un lato l’esperienza di servizio e dall’altro la qualità, l’efficienza e la soddisfazione del lavoro in concessionaria e in back-office.

La dimensione digital continuerà ad essere sempre più facilitatore nel trasferimento di opportunità e servizi, elemento fondamentale che consente ad Autotorino di diversificarsi, generando valore aggiunto percepito dal pubblico. Nell’anno appena concluso il Gruppo si è affermato non solo quale intermediario commerciale tra i Brand rappresentati e gli automobilisti, ma anche come ‘fabbrica di prodotto’. Ne è testimonianza la progressiva introduzione dei pacchetti di mobilità all-inclusive “Autotorino Mobility”, soluzione interamente sviluppata all’interno del Gruppo che propone un acquisto dell’auto accompagnato da servizi finanziari, assicurativi, d’assistenza e d’estensione di garanzia, acquistabili modularmente a seconda delle proprie preferenze. O, ancora, con la copertura di ogni acquisto della consolidata formula Soddisfatto o Rimborsato.

Il 2019 del Gruppo Autotorino vedrà novità anche negli show room, con l’apertura del mandato ufficiale Lexus a Milano e relativo avvio dell’operatività in 2 filiali in via Ludovico da Breme e viale Ortles, e la prospettiva dell’apertura di una nuova sede multi-brand a Bergamo e a Milano/Mesero.

Ogni giorno si conferma avere un nuovo orizzonte; ogni meta raggiunta diventa un nuovo traguardo da superare per risultare competitivi e portare risposte sempre più immediate e soddisfacenti ai bisogni di mobilità delle persone. Per questo occorre sempre guardare il mondo da nuove prospettive, come sottolineato nell’affascinante ed applaudito intervento dello scienziato ed astronauta Umberto Guidoni, gradito ospite dell’evento.