Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Villa Cortese: Giovanni Canestrale, nuovo tecnico

Non si sono ancora spenti gli echi del successo colto nel campionato di terza categoria, che già a Villa Cortese si pensa, e in grande, alla prossima stagione.

Tante le novità, ad iniziare dal nuovo tecnico che sarà Giovanni Canestrale, reduce dalla panchina con l’Antoniana ma già allenatore in promozione ed eccellenza e ds della Castellanzese, che porterà con sé con tutta probabilità un discreto pacchetto di giocatori.

L’ingresso più importante in società e sicuramente quello di Carlo Rondanini, che ricoprirà il ruolo di direttore generale. Una vita alla Bustese, portata nel giro di pochi anni dalla prima categoria alla serie D, Rondanini vanta una lunga esperienza nel calcio dilettantistico ed il suo lavoro sarà dunque fondamentale per la crescita di una società che per sua stessa ammissione ha obiettivi lungimiranti. In questo darà coadiuvato da Claudio Leidi, nuovo direttore sportivo.

La squadra che ha vinto lo scorso campionato non sarà stravolta, verranno inseriti in organico 7/8 nuovi elementi iniziando da alcuni giovani di buon prospetto.

A Villa Cortese entusiasmo e strutture non mancano, condizioni fondamentali per poter far bene, il presidente Nicola Artusa ed il suo vice Giuseppe Tropeano hanno voluto cavalcare il momento propizio per poter dare ai tifosi una squadra in grado di emergere anche in seconda categoria, avvalendosi di uomini profondi conoscitori del calcio dilettantistico locale.

Verranno inoltre allestite squadre in tutte le categorie del settore giovanile, con particolare attenzione alla squadra juniores che sarà formata da giocatori del 2001/02 provenienti da società di ottimo livello e che verrà guidata da Emanuele Bellano.

Il settore giovanile è stato affidato a Roberto Maltagliati, ex giocatore di Torino, Parma e Cagliari che porterà tutta la sua esperienza a servizio di una società intenzionata ad emergere nel minor tempo possibile.

(Sergio La Torre)