Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Piacenza Bakery - Axpo Legnano 66-95: Legnano é salva!

Piacenza Bakery - Axpo Legnano 66-95 (21-26; 38-48; 51-72)

Bakery: Perego 14, Green 9, Pederzini, Castelli 6, Guerra 10, Appling 10, Spera, Pastore 14, Cassar 1, Bracchi 2, Orlandi

Axpo: Raffa 14, Bozetti 5, Bianchi 5, Thomas 19, Ferri 18, Berra, Bortolani 19, Laganà 5, Serpilli 10, Biraghi, Corti, Coraini


Per il commento in video di coach Mazzetti, clicca sulla immagine qui accanto


(gea somazzi) - Legnano conquista la salvezza con il sostegno del suo fantastico pubblico. Almeno 200 i sostenitori che hanno seguito la squadra in questa drammatica ma trionfale gara5.

Axpo guidata da capitan Ferri (18 punti) ha dominato la gara sin dal primo quarto (21-26). Ottimo come sempre il contributo di Thomas (19 punti) e Raffa (14 punti) affiancati da Serpilli (10 punti) e da un incredibile Bortolani (19 punti).

A dar man forte anche Laganà (5 punti). In più occasioni Piacenza ha tentato di attaccare i Knights con Green e Castelli. Ma la difesa biancorossa, con Bianchi e Bozzetto (10 rimbalzi), ha tenuto il fortino.

Una vittoria, insomma, straordinaria per determinazione, volontà e qualità del gioco. Rispetto a gara4, questa volta, nessun calo di rendimento e di concentrazione. Anzi, più si giocava più appariva netto il divario con Piacenza, squadra apparsa irriconoscibile dopo soli tre giorni. Ma non per demerito della Bakery, quanto piuttosto per la capacità dei Knigths nel difendere il proprio canestro e nel rendere difficile la vita in attacco ai padroni di casa, rimasti al 33 per cento nei tiri da due e al 40 nei tiri da tre, contro il 54 per cento da due dei legnanesi e il 50 giusto giusto da tre.

È stato un miracolo per il presidente Marco Tajana che a fine gara ha commentato : «È una grande soddisfazione arrivata dopo un anno difficile.  Dopo una stagione così, è stato in miracolo, vincere gara 5 fuori casa con al seguito la nostra... marea rossa. Ottima la prestazione di Thomas e anche quella di Laganà che ha dimostrato di essere un giocatore di valore. Strepitoso Bortolani che ha fatto... l'inferno». E il futuro di Legnano? «Adesso godiamoci la vittoria e la consapevolezza di essere ancora in A2 per il quinto anno di seguito. Al futuro ci penseremo da lunedì: inizieremo a valutare i progetti e le possibilità per la prossima stagione».

    Domenica scorsa sull'ambiente è piombato un macigno di delusione e sconforto. Come ha potuto Legnano ritrovare se stesso in così poco tempo? «Il segreto sta in una società che in questi anni ha saputo far fronte a tanti problemi con una coesione dentro e fuori dal campo, Si continua a parlare di me e di Basilico, giusto, ma qui è tutto il gruppo, dirigenziale, tecnico, dei collaboratori, che non ha mai indietreggiato. La salvezza è merito dei giocatori, ma qui è la società che anche da un punto di vista morale ha saputo generare un vero miracolo sportivo», Tajana saluta e corre, abbracciato dal pubblico. Sale l'ovazione e il coro degli oltre 200 sostenitori... c'è solo un presidente! 


Per il video del tributo al presidente Tajana da parte dei sostenitori, clicca qui oppure sulla immagine sotto


Finale 66-95

Entrano i giovanissimi Knights (66-95)

38': 61-91; punti di Raffa

37': 59-88; Pastore va alla lunetta su fallo di Laganà e realizza due tiri liberi

Attenzione: bonu falli esaurito per Legnano. 

36': 57-88; canestro di Pastore. Legnano risponde con una schiacciata all'americana di Thomas

35': 54-84, due punti di Thomas

Ed ecco un'altra bomba di Bortolani (54-82)

34': 54-79; Piacenza schiera Appling che piazza due punti, Ma capitan Ferri risponde con una tripla

33': 52-76; Lagana raggiunge la lunetta e realizza un tiro libero su due. Time out 

31': 52-75; bomba di Raffa

Terzo quarto 51-72

L'incredibile Bortolani piazza due punti da sotto canestro (51-72)

28': 49-68; Piacenza torna all'attacco con Perego e Castelli, ma Legnano risponde con Bianchi

27': 43-66; bomba di capitan Ferri su assist di Bortolani. Time out

25': 41-61; altra tripla di Bortolani su assist di c. Ferri

23': 38-56; bomba di Bortolani su assist di Raffa. Time out

21': 38-50; il quarto viene aperto dai due punti di Bozzetto

Secondo quarto 38-48

A 40 secondi dalla fine del quarto arriva la bomba di c.Ferri (38-48)

19': 38-45; Piacenza attacca con Green che per due volte va a canestro. Time out 

17': 29-41; Piacenza tenta di accorciare le distanze con Castelli. Time out Legnano

15': 25-39;  tiro di Bortolani su assist di Bianchi. Time out

14': 23-35; bomba di Bortolani su assist di Serpilli

13': 23-30; due tiri liberi di Perego su fallo di Serpilli

11': 21-30; tripla di Serpilli

Primo quarto 21-26

9': 17-26; due punti di Bozzetto

7': 14-20; con Thomas Legnano mantiene il vantaggio

5': 10-14; due punti di Bozzetto, canestro di Bianchi e poi di Thomas. Piacenza resta vicina con Green

3': 0-6; tiro dall'area di Bianchi

1': 0-4; Thomas per due volta va a canestro

Quintetto base per Legnano: Thomas, Raffa, c.Ferri, Bozzetto e Bianchi

Arbitri: Andrea Masi (Firenze), Marco Pierantozzi (Ascoli Piceno) e Stefano Wassermann (Trieste)

Tutti in piedi per l'inno nazionale 

La tensione sale è il momento della presentazione delle squadre in campo

Folto il gruppo di legnanesi presenti al palazzetto. Il presidente Tajana per l'occasione indossa la maglietta della curva. A tifare i Knights anche Nik Raivio

Si gioca la decisiva gara 5 del secondo turno playout tra Bakery Piacenza e Axpo Legnano, con il
punteggio in parità sul 2-2. Palla a due alle 20.30 di questa sera, mercoledì 22 maggio.  La vincente del secondo turno rimarrà in A2 per il prossimo campionato, mentre la perdente retrocederà in Serie B.

(Gea Somazzi)