Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Sangiorgese Basket sfida in casa la talentuosa Pavia

Dopo la battuta di arresto di Montecatini i ragazzi di coach Quilici sono chiamati a disputare una prova convincente, che possa dare una vigorosa spinta emotiva ad un gruppo che al di là dei risultati ottenuti, come sempre, si sta impegnando con costanza e dedizione per preparare al meglio  la sfida che la vedrà opposta a Pavia.

Quello di  domenica  sarà un match molto complicato visto i giocatori di talento e di esperienza che potrà far scendere sul parquet coach Baldiraghi. A differenza della gara di andata sarà presente il centro Andrea Iannilli che con la sua stazza fisica ed il suo bagaglio tecnico è in grado di reggere l'urto dei lunghi più fisici, in più ha grandi capacità nel passare la palla e nell' attaccare il ferro, la conferma sono i 21 punti realizzati nell 'ultima partita di campionato nel derby vinto contro Vigevano.

Ci sarà inoltre in campo un nuovo innesto arrivato a dicembre, vecchia conoscenza della Sangio, Marco Torgano, ala classe 1991, arrivato a stagione in corso da Biella. La scorsa stagione è stato protagonista nella Fulgor Omegna dove ha chiuso con 7.8 punti di media. Torgano ha nel tiro perimetrale, sia preso sugli scarichi che in uscita dai blocchi, la sua arma migliore, ma può attaccare anche il ferro e sa farsi sentire in difesa e a rimbalzo. Insieme a loro non possiamo non menzionare Giulio Mascherpa (play/guardia) che sta tirando con il 54 % complessivo, il 45 % da due, il 33% da tre e l'83% dai liberi e Fabio Di Bella che sta tirando con il 52% complessivo, il 30 % da due, il 32% da tre ed il 92% dai liberi. Da non sottovalutare anche l'apporto di Benedusi e Spatti. Pavia nonostante nelle ultime 5 gare disputate sia reduce da 3 sconfitte e due vittorie, vive un buon momento dopo l'ultimo successo ottenuto nel derby con Vigevano e due delle tre sconfitte rimediate sono arrivate dopo due gare tirate con Firenze ed Omegna.

I Draghi come ha sottolineato più volte coach Quilici dovranno mettere in campo, entusiasmo, concentrazione, energia ed il giusto atteggiamento, proprio come nel match di andata, dove la squadra ha dimostrato di essere un gruppo coeso, dove tutti sono stati all'altezza della situazione dando il proprio contributo e dimostrando a tratti grande personalità. 

Sentiamo che ne pensano Coach Quilici ed il vice Davide Roncari. 

Daniele Quilici:
"Non stiamo passando un buon momento e le due ultime trasferte sono state contraddistinte da momenti alti e bassi dove abbiamo faticato a trovare i giusti automatismi sia in difesa che in attacco. Che cosa hai detto ai ragazzi e come stai preparando la sfida complicatissima contro Pavia?
"Nelle stagioni ci sono momenti di up e di down per tutti, l'importante è mantenere entusiasmo e concentrazione ricordandosi che le nostre prestazioni sono legate all'energia e sull'atteggiamento che mettiamo in campo. Non c'è niente di disonorevole nel perdere partite o nel non offrire prestazioni esaltanti, ma non possiamo mai permetterci di giocare con bassa energia e coinvolgimento.
Ripartiamo da qua, il tempo è galantuomo e il lavoro paga sempre ".

Quali saranno le insidie che ci aspetteranno nel match contro Pavia?
"Non inganni la classifica, Pavia è la squadra del momento, è costruita per ambire a posizioni di alta classifica e ha 6 giocatori che hanno giocato tra A1 e A2. Mi sembra che già messa così sia una partita complicata." 

Il vice coach Davide Roncari:

In che condizione arriva la squadra al match contro Pavia?
"Arriviamo sicuramente carichi per una partita importante. Loro sono in un ottimo momento, e noi vogliamo rifarci subito della prestazione sotto tono di settimana scorsa. 

Rispetto alla gara di andata, domenica scenderanno in campo anche Iannilli e Torgano che insieme a Mascherpa e Di Bella formano un quartetto temibile ed esperto. Chi potrà fare la differenza è quali contro misure dovrete prendere?
"Si, hai detto bene. Loro saranno al gran completo, e con l’innesto di Torgano hanno alzato notevolmente la loro pericolosità offensiva.
Penso che l’asse principale del loro gioco sia quella Mascherpa-Iannilli. Dovremo essere molto bravi a non far entrare in ritmo il primo e togliere vantaggi interni al secondo, ovviamente senza sottovalutare nessuno della loro squadra."

Non ci sarà più Guido Scali da domenica, passato ad Omegna e per noi peserà non poco la sua cessione. Come colmeremo il vuoto lasciato?
"Abbiamo minuti e punti che tutti sono pronti a prendersi. La sua mancanza sicuramente sarà riempita dal lavoro di tutto il gruppo, come stiamo facendo molto bene in settimana." 

Durante l'intervallo della gara verranno presentate le squadre giovanili della Pallacanestro San Vittore Olona Thunder nate dal Pink Project Altomilnaese (progetto per la promozione e l'aggregazione del basket femminile) di cui Sangiorgese Basket è tra i fondatori.

Doppia figurina per l'album: Pietro Bocconcelli e Davide Roncari.

Game Sponsor: Longo - Un mondo di specialità - www.longospeciality.it

Sangiorgese Basket