Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Legnanese il presidente nazionale Manutentori - Bruciatoristi

Lo scorso 27 ottobre, Giacomo De Nicolo Volpe, che da 35 anni si occupa della manutenzione e dell'installazione di impianti termo-idraulici nel nostro territorio, è stato eletto Presidente nazionale di Confartigianato Manutentori - Bruciatoristi. De Nicolo Volpe da alcuni anni era già Presidente del Gruppo Regionale Manutentori - Bruciatoristi di Confartigianato Lombardia.

Da sempre attivo nel sistema Confartigianato, grazie alla sua passione per il mondo associativo ha accettato la presidenza nazionale, convinto di poter dare un importante apporto alla tutela delle imprese del settore in un mercato sempre più competitivo.

È direttamente Giacomo De Nicolo Volpe, dal primo direttivo, che illustra le linee guida del suo mandato: «È per me un traguardo importante quello che taglio oggi e voglio ringraziare i miei colleghi Presidenti territoriali per la fiducia. Nello stesso tempo voglio da una parte rassicurarli e dall’altra chiedere loro un aiuto e un supporto costante, insomma una “collaborazione continua” per non interrompere quel dialogo che fra colleghi è utilissimo e fondamentale per una condivisione sulle tematiche che ci riguardano più da vicino e per i contributi che dovremmo fornire, soprattutto nelle fasi di consultazione con le più alte istituzioni: ritengo che l’unione e la condivisione di intenti debbano essere la nostra forza!».

Fin dal primo consiglio della categoria De Nicolo ha voluto fissare gli obiettivi del suo mandato. Fra di essi, il rafforzamento del ruolo di rappresentanza e tutela politica sindacale dell'ente, per garantire alle imprese una rappresentanza adeguata e un dialogo costante, non solo ai tavoli istituzionali ma soprattutto con gli organismi tecnici, e la lotta alla “burocrazia”, che limita fortemente l’attività delle imprese, sottraendo tempo all'attività imprenditoriale e lavorativa. Ancora, fra i punti cardine del suo mandato De Nicolo ha elencato una maggior informazione su ciò di cui la categoria si occupa, mediante il rafforzamento della presenza sugli organi d’informazione tradizionali e sui nuovi canali social, e l'attenzione alla formazione continua mediante il sistema dei crediti formativi sia per l’impresa che per l’operatore tecnico.