Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Studenti disabili: trovato l'accordo per l'inclusione scolastica

In un'ottica di collaborazione e in attesa che si concretizzi il passaggio di consegne previsto con il prossimo anno scolastico, le istituzioni garantiscono il servizio per gli studenti disabili. Da domani i ragazzi potranno rientrare in classe con la certezza che la situazione è risolta.

È stato trovato infatti l'accordo sull'inclusione scolastica degli studenti tra Città metropolitana di Milano e Regione Lombardia. Al termine dell'incontro tra il consigliere delegato al bilancio, Franco D'Alfonso e l'assessore regionale all'economia Massimo Garavaglia, Regione Lombardia ha assicurato la propria disponibilità a coprire il servizio per i mesi a venire, fino al termine dell'anno scolastico in corso. Già nei prossimi giorni Regione Lombardia provvederà a erogare alla Città metropolitana di Milano i fondi necessari.

«La nostra priorità è sempre stata quella di garantire il servizio - dichiara Franco D'Alfonso -. Finalmente, grazie anche alla collaborazione dell'assessore Garavaglia, possiamo esserne certi. Il servizio per l'inclusione scolastica degli studenti disabili è garantito e finanziato. La nostra posizione non è mai stata quella della “sterile” polemica politica, ma quella costruttiva di chi fa tutto ciò che è in suo potere per risolvere un problema impattante sulla vita di circa 2400 famiglie del nostro territorio. La collaborazione istituzionale che deve sempre essere messa davanti agli interessi politici di parte - conclude il consigliere delegato al bilancio della Città metropolitana - ci permette di dare certezza alle ragazze e ai ragazzi, alle bambine e ai bambini con disabilità sul loro sacrosanto diritto allo studio».

«Siamo soddisfatti di questa parziale ma positiva conclusione di una collaborazione istituzionale che anticipa, ne sono certa, la risoluzione totale di un problema che si trascina da troppo tempo», questa la dichiarazione di Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana di Milano.