Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.   [CHIUDI]
mercoledì, 18 gennaio 2017
 
Rss    Newsletter

Ex-Tosi: «Il futuro è nella variante del Pgt»

La ex-Tosi si divide in tre, per tornare alla città in aree verdi, palazzine, attività commerciali e industriali. Tra i progetti, una piazza per la stazione e l'ampliamento del Cimitero Monumentale.

Sono le soluzioni proposte nei tre masterplan presentati in Comune dal commissario straordinario Andrea Lolli (nella foto, a sinistra, con il sindaco Centinaio), per rendere più appetibili gli oltre 300mila metri quadri di area dimessa. Proposte presentate come osservazioni del documento dedicato alla "variante del Pgt" attualmente in fase di approvazione in Consiglio Comunale. 

«Resto in attesa di una risposta per poter capire come muovermi - spiega Lolli -. Da un solo masterplan, che potrebbe risultare fallimentare, ho pensato di proporne tre. Una soluzione quest'ultima, approvata anche dai sindacati in quanto, nella situazione attuale di mercato, risulta l'unico modo per evitare che la Tosi resti un buco nero nel centro della città». 

Secondo il piano del commissario Lolli, la zona Nord (dove si trova Presezzi) resterà con indirizzo industriale, mentre il comparto nell'Oltrestazione avrà indirizzo terziario e commerciale, «per accogliere sia servizi per i cittadini, come quelli già attivi a poca distanza, che attività produttive artigianali e commerciali».

Solo la zona a sud sarà ridisegnata con indirizzo civile: «Questo lotto, da 40 anni inutilizzato, è stato suddiviso in due - spiega Lolli -: una parte dedicata all'ampliamento del Cimitero Monumentale, alla realizzazione di un parcheggio e conseguente miglioramento della viabilità. La seconda dedicata al residenziale. Queste sono soluzioni logiche, pensate nel rispetto del contesto urbanistico in cui si trovano questi comparti dismessi. A mio avviso, è l'unico modo per riuscire a far tornare viva la ex-Tosi alla città e al contempo accontentare i creditori». 

All'interno di questi tre masterplan non mancano il progetto di trasformazione dell'entrata della nuova Franco Tosi e la realizzazione di una nuova piazza della Stazione di Legnano. «Ho accettato la proposta avanzata dal Comune - commenta Lolli -. Allungare la via Lega sino a Piazza Butti per realizzare una piazza della Stazione e conseguentemente un nuovo accesso per la Tosi. Anche per quanto riguarda il Dopolavoro siamo andati incontro alle richieste del Comune. Ora chiediamo che l'amministrazione ci venga incontro: solo approvando queste osservazioni potrò definire le perimetrazione e avviare in tempi brevi i bandi. Quindi, è tutto nelle mani dell'Amministrazione, resto in attesa di risposte...spero positive».

(Gea Somazzi)

Pubblicato martedì 04 ottobre 2016 - 1922 visualizzazioni
I sondaggi di LegnanoNews

Basket: ma quanto ti piace la diretta streaming?

METEO
Soleggiato -5°

Aria polare in arrivo: freddo e gelate

Temperature al di sotto delle medie stagionali per tutta la settimana...