Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Biblioteca: via le barriere architettoniche

  • LEGNANO
  • mercoledì 30 novembre 2016
  • 1510 Letture

Sarà anche una mozione "inutile", come inizialmente l'ha definita Luciano Guidi, "perchè - ha affermato il consigliere del NCD - una amministrazione comunale attenta deve eliminare qualsiasi ostacolo architettonico, come impone la legge", ma alla fine la mozione promossa da Riccardo Olgiati (M5S) e approvata alla unanimità dal consiglio comunale di Legnano è sicuramente motivo di soddisfazione per quanti frequentano la Biblioteca civica di via Cavour e da sempre, per problemi di disabilità, trovano difficoltà ad accedervi, proprio per la presenza di barriere che limitano l'accesso ai piani superiori e ai bagni.
Nel documento, alla richiesta di iniziare i lavori entro il 2016 è stata aggiunta la considerazione di opere in ogni caso tali da tenere in considerazione eventuali vincoli imposti dalla Sovrintendenza, essendo la sede della biblioteca una villa con un valore artistico importante,
Nella discussione, sconfinata anche sui lavori mai partiti per la nuova biblioteca, si è appreso che in città tutti gli edifici pubblici sono stati messi a norma, tranne appunto la biblioteca, il museo civico e la Colombera,a causa della propria struttura architettonica, non per mancanza di volontà da parte della amministrazione comunale.

Di seguito, altri argomenti dell'ordine del giorno affrontati nella serata.

Giudice di Pace - Legnano sarà pronto il 2 gennaio prossimo per riaprire l'Ufficio del Giudice di Pace. I quattro dipendenti che opereranno nella nuova sede sono stati individuati e ritenuti idonei. L'arredamento è stato acquistato. Manca il giudice, ma questo compito spetta ad altri...

Corsi di inglese - "I problemi registrati all'inizio dei corsi di lingua straniera sono stati risolti", così l'assessore Silvestri ha concluso il suo intervento per rispondere alla interrogazione di FdI e M5S sui disagi sopportati dagli iscritti per mancanza di docenti e per classi allestite in maniera poco adeguata. 
"Più che al metodo di insegnamento - ha spiegato Silvestri - ormai l'attenzione è rivolta principalmente alla scelta dell'istituto cui affidare i corsi e quest'anno si è candidato uno solo con sede a Perugia". Mentre Domenico Gangemi (FdI) è apparso tutto sommato soddisfatto della risposta, Marinella Saitta (M5S) ha ribadito la sua convinzione: "E' mancato il controllo da parte del Comune".

Accoglienza Profughi - Dopo il tavolo aperto dal Prefetto di Milano per ridiscutere l'invio di profughi sul territorio, l'assessore Colombo è apparso decisamente più "tenero" rispetto all'ultimo consiglio straordinario in tema di sicurezza: "Se teniamo conto delle ultime disposizioni dettate dal dr. Marangoni - ha affermato Colombo - noi non dovremmo accogliere più nessuno".
Da Centinaio l'invito a non creare inutili allarmismi e ad affidarsi al buon senso, mentre Saitta ha chiesto di coinvolgere maggiormente i cittadini che vivono nella insicurezza e di offrire ai profughi presenti a Legnano un vero progetto di vita.

Accam - Nessuna particolare novità nella lunga relazione del vice sindaco Pierantonio Luminari, che ha tuttavia parlato di una persistente tensione con Busto per l'impianto Forsu. I lavori sul nostro territorio sono iniziati con un pozzo pr alimentarlo con acqua di falda e la Regione ha concesso una deroga sui tempi di presentazione del bando.

Bilancio partecipativo - L'assessore Silvestri ha confermato la delusione per i soli 900 votanti, ma tra critiche e obiezioni non ci sono state contestazioni sul progetto in sè che "non sarà mai un semplice concorso di idee, bensì e piuttosto un percorso di vera partecipazione". Silvestri ha inoltre spiegato che non avremo una edizione biennale, come riportato anche dalla nostra testata: "il bilancio si farà ogni anno, tuttavia per conformarsi ai tempi della amministrazione avrà una durata biennale, un anno per scegliere le idee e un anno per realizzarle".
Abbastanza critico Guidi soprattutto in merito all'appello per un maggior coinvolgimento delle minoranze sempre escluse dal progetto, all'aver prodotto illusioni tra i cittadini, ad aver pesato eccessivamente sul lavoro degli uffici comunali, ad essere ancora lontani dalla rendicontazione del bilancio 2015, ad una partecipazione superficiale da parte dei legnanesi.

Sicurezza edifici scolastici - Già alterato per precedenti interventi di Eligio Bonfrate (IpL) e Antonio Sassi (rL),in materia di un progetto di coordinamento dell'immagine della città, è addirittura sbottato con "siete tutti fuori di testa!" Giuseppe Marazzini (SL), quando ha capito che il suo ordine del giorno sulla sicurezza degli edifici scolastici comunali non sarebbe stato accolto favorevolmente. Dopo le scuse di Marazzini e gli interventi rassicuranti della maggioranza con in testa il sindaco Centinaio, è stato approvato alla unanimità un documento emendato che stabilisce "l'affissione di un cartello nelle scuole allo scopo di avvisare l'utenza relativamente allo stato di sicurezza degli ambienti".

Ordine del giorno esaurito (ancora una volta rinviato l'ordine del giorno sui cortili) e nessuna necessità di ricorrere alla seconda serata.

(Marco Tajè)