Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Trofeo Carroccio: "Monna Lisa" della spada mondiale

Presentata nella suggestiva cornice della “Sala degli Stemmi” di Palazzo Malinverni presso il Comune di Legnano, in occasione di una Conferenza Stampa, la nuova edizione targata 2017 del famosissimo Trofeo Carroccio. Sulle pedane legnanesi ritornano le Regine della Spada Mondiale. E’ in programma dal 10 al 12 febbraio 2017, presso il PalaBorsani di Castellanza, la 41^edizione del Trofeo CARROCCIO, manifestazione internazionale schermistica, organizzata dalla Sala d’Armi Club Scherma Legnano in collaborazione con la Federazione Italiana Scherma e la Federazione Internazionale. La kermesse schermistica ha il patrocinio del C.O.N.I. del Comitato Regionale Lombardo F.I.S., della Regione Lombardia, dell’Assessorato Provinciale allo Sport e Turismo di Milano e Varese, del Comune di Legnano e di Castellanza, sotto l’egida del Palio delle Contrade, del Collegio dei Capitani del Palio e della Famiglia Legnanese.

Legnano è quindi nuovamente pronta ad accogliere circa 200 atlete provenienti da tutto il mondo in rappresentanza di circa 35 nazioni. Saliranno in pedana le migliori spadiste del ranking mondiale all’assalto del famoso trofeo, le cui origini risalgono al 1978, anno della sua nascita, quando “i tre Presidenti” nonché fondatori del sodalizio legnanese Giovanni Tosto, Mario Prada e Valerio Fedeli, quest’ultimo oggi Presidente Onorario del C.S.L. raccolsero l’eredità del Trofeo Spreafico, del quale il Carroccio è la continuazione. Fino a Gennaio 2014 la prova di Coppa del Mondo legnanese è stata disputata in versione maschile, poi da ottobre 2014 per una ridistribuzione di date del calendario agonistico mondiale, la F.I.S. ha attribuito alla tappa della “Città del Carroccio” la versione “in rosa”. Grandi aspettative sono riposte sicuramente sulle giovani atlete azzurre, (allenate dal C.T. Sandro Cuomo, vincitore del Trofeo Carroccio nel 1988) che sfideranno le colleghe internazionali “a caccia” di punti, in vista dei Campionati Europei Assoluti in programma a Tbilisi (Georgia) a giugno 2017 e dei Campionati del Mondo Assoluti di Lipsia (Germania) in calendario a luglio 2017.

La tappa legnanese, una delle cinque prove di Coppa del Mondo inserite nel calendario internazionale, (l’ultimo appuntamento si terrà a Rio de Janeiro – mentre si sono già disputate le prove di Tallin, Suzhou e Barcellona) vanta ormai una tradizione quarantennale, la cui “arma” vincente continua ad essere l’abilità della società legnanese organizzatrice nell’essere riuscita, nel corso di questi numerosi anni, a creare un perfetto connubio tra tradizione storica e sport, in relazione soprattutto alla sinergia consolidata con le Istituzioni e all’indotto economico sul territorio provinciale.

La scorsa edizione è stata vinta dall’estone Erika Kirpu lasciando la medaglia d’argento all’azzurra Giulia Rizzi. Quella targata 2017 è per gli addetti al settore un rinnovato avvicente appuntamento, perché tra le prime sedici del Ranking mondiale c’è la catanese Rossella Fiamingo, classe 1991, vincitrice per due volte consecutive delle medaglie d’oro nella spada individuale ai Mondiali di scherma a Kazan nel 2014 e a Mosca nel 2015. Nel 2014 e nel 2015 è stata inoltre insignita del Collare d’Oro al merto sportivo, massima onoreficenza del Coni, riservata ai vincitori di campionati mondiali di discipline olimpiche. L’azzurra si è poi aggiudicata anche la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, conquistando così la prima medaglia olimpica individuale nella storia della spada femminile italiana.

In gara oltre all’iridata Rossella Fiamingo anche altre atlete azzurre, fra le quali Mara Navarria, Francesca Quondamcarlo, Giulia Rizzi, Camilla Batini, Francesca Boscarelli, Alessandra Bozza, Brenda Briasco, Beatrice Cagnin, Alice Clerici, Eleonora De Marchi, Marta Ferrari, Nicol Foietta, Federica Isola. Roberta Marzani, Federica Santandrea, Alberta Santuccio, Susan Maria Sica, Luisa Tesserin e Gaia Traditi.

Le prime due giornate di gara saranno dedicate alla prova individuale mentre domenica 12 febbraio si sfideranno le squadre, appuntamento per il quale sono attese circa una trentina di team in rappresentanza delle migliori scuole schermistiche mondiali. Anche per la prova a squadre l’Italia può ritenersi tra le favorite, in considerazione del suo ultimo sesto posto ottenuto nella tappa spagnola svoltasi a Barcellona a gennaio

Il PalaBorsani, luogo della competizione (l’ingresso alla kermesse è libero) sarà quindi nuovamente “teatro” di stoccate, lame e spettacolo agonistico. Nella giornata di sabato 11 febbraio durante la finale della gara individuale è prevista inoltre la partecipazione delle otto Contrade del Palio legnanese, che a sorteggio verranno abbinate alle otto finaliste della gara, regalando così al pubblico spettatore anticipazione della bellezza custodita nei colori dei loro costumi e gonfaloni. La società organizzatrice Club Scherma Legnano ha pensato di sancire la vittoria della Contrada, in abbinamento alla vincitrice della gara, consegnando un originale trofeo in cristallo.

Le fasi della gara saranno poi seguite dalla rete televisiva RETE 55 che attraverso immagini e diretta delle finali (individuale e a squadre) “racconteranno” queste intense giornate sportive. In attesa di ritrovarci a tifare Italia, ammirando da vicino tecnica e precisione abilmente “disegnate” dall’incontro delle lame delle migliori schermitrici del mondo, il neo Presidente del C.S.L. Daniele Zanardo ed il Consiglio Direttivo del Comitato Organizzatore, desiderano sentitamente ringraziare Giorgio Scarso, Presidente della Federazione Italiana Scherma e lo Staff della F.I.S. per il grande supporto organizzativo, le Autorità e tutte le Istituzioni, nonché Banco BPM, AlfaValvole S.r.l., ENoleggiAm!plus e tutti gli altri Sponsor partnership per la loro preziosa collaborazione, grazie ai quale è possibile realizzare eventi così impegnativi e prestigiosi.

Un ringraziamento speciale anche ai presenti, intervenuti nella presentazione dell’evento internazionale: Alberto Centinaio, Sindaco del Comune di Legnano, Maurizio Tripodi, Assessore allo Sport Comune di Legnano, Giuseppe Cafiero, Membro della Commissione Statuto e Regolamenti F.I.E., Maurizio Novellini, Presidente del Comitato Regionale Lombardo F.I.S., Alberto Oldrini, Gran Maestro del Collegio dei Capitani del Palio, Gianfranco Bononi, Presidente della Famiglia Legnanese.

Michela Manzotti