Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Trofeo Carroccio: 200 spadiste da 35 Nazioni

  • LEGNANO
  • lunedì 06 febbraio 2017
  • 574 Letture

Arriveranno da 35 Nazioni le 200 spadiste che da venerdì parteciperanno al Trofeo Carroccio, giunto alla 41.a edizione, con la organizzazione del Club Scherma Legnano in collaborazione con la Federazione Italiana Scherma (FIS) e la Federazione Internazionale, al PalaBorsani di Castellanza. Venerdì 10, i turni eliminatori, Sabato 11 le finale indivualli, Domenica 12 il torneo a squadre.

Oggi la presentazione in Comune a Legnano, con Alberto Centinaio sindaco di Legnano, Maurizio Tripodi assessore allo Sport, Daniele Zanardo presidente Club Scherma Legnano, Giuseppe Cafiero rappresentate Federazione Italiana Scherma, Maurizio Novellini presidente Comitato Regionale Lombardo FIS, Alberto Oldrini gran maestro Collegio dei Capitani e delle Contrade e Gianfranco Bononi, presidente Famiglia Legnanese. Sono intervenuti anche i consiglieri regionali Carolina Toia e Marco Tizzoni.

Nella puntata di Smart News il servizio.

La tappa legnanese, una delle cinque prove di Coppa del Mondo inserite nel calendario internazionale, vanta ormai una tradizione quarantennale, la cui “arma” vincente continua ad essere l’abilità della società legnanese organizzatrice nell’essere riuscita, nel corso di questi numerosi anni, a creare un perfetto connubio tra tradizione storica e sport, in relazione soprattutto alla sinergia consolidata con le Istituzioni e all’indotto economico sul territorio provinciale.

Quella targata 2017 è per gli addetti al settore un rinnovato avvicente appuntamento, perché tra le prime sedici del Ranking mondiale c’è la catanese Rossella Fiamingo, classe 1991, vincitrice per due volte consecutive delle medaglie d’oro nella spada individuale ai Mondiali di scherma a Kazan nel 2014 e a Mosca nel 2015.

Nella gara individuale, dai quarti, abbinamento delle finaliste alle otto contrade legnanesi, per una rinnovata collaborazione tra Scherma e Palio, come vuole la miglior tradizione locale.

La "Monna Lisa" della spada mondiale