Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Il Medioevo si tinge in giallo ne "Il caso Ildegarda"

  • LEGNANO
  • domenica 13 novembre 2016
  • 629 Letture

Il caso Ildegarda
di Edgar Noske
ed EMONS
€ 12,50


Giugno 1177. Il monaco Wibert von Gembloux, giovane e appassionato teologo, riesce finalmente a raggiungere il monastero di Rupertsberg, in Renania. Il suo più grande desiderio è servire la badessa Ildegarda come segretario e poter così tramandare ai posteri le sue visioni mistiche e i segreti delle sue molte arti. La badessa Ildegarda, infatti, è famosa come scrittrice, drammaturga, poetessa, musicista, compositrice, filosofa, linguista, cosmologa, guaritrice, naturalista... e - cosa che la porterà alla santità - profetessa.

Poco dopo l'arrivo del monaco, però, la parola di Dio passa in secondo piano per lasciar spazio alle pregresse azioni del Diavolo, complice il rinvenimento di uno scheletro umano appena fuori le mura del monastero.
Così l'attonito Wibert, da aspirante segretario diviene confidente e di fatto confessore di Ildegarda, la quale gli sciorina un rosario di fatti tragici risalenti all'epoca della sua contrastata fuga dal convento di Disibodenberg.

Vediamo così come la ricerca della verità farà emergere torbidi intrighi del passato, rievocando la  dura battaglia di una donna fuori da ogni schema contro l’invidia degli uomini del suo tempo.

Con precisione storica e grande sapienza narrativa, Edgar Noske crea un affresco insolito del Medioevo al cui centro si staglia la figura luminosa di  Ildegarda, donna forte e libera, capace di emozioni fortissime e di insospettabili fragilità, in lotta con papi ottusi e avidi abati.

Un romanzo godibilissimo.

Amanda Colombo - Galleria del Libro