Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Piccole sorprese sulla strada della felicità

Piccole sorprese sulla strada della felicità
di Monica Wood
ed. Sperling & Kupfer
€ 17,90


...E sorprese grandi in libreria, dove troviamo quansto romanzo toccante, divertente e commovente insieme, che parla di un'amicizia decisamente poco convenzionale: quella fra la signorina Ona Vitkus e il giovane scout che un giorno le suona il campanello.
La signorina Ona Vitkus ha vissuto una vita riservata e ineccepibile, i suoi segreti – e le sue pene – celati con cura a occhi indiscreti. Questo finché non arriva lui, il bambino insolito con la passione per i Guinness dei primati.
Lei ha 104 anni, lui soltanto 11.
Lui, da bravo boy scout, dovrebbe soltanto aiutarla nei lavori di casa ogni sabato, ma con la sua curiosità e il suo entusiasmo contagioso infrange pian piano la scorza diffidente e un po' burbera di Ona, riuscendo a farla parlare di sé, a cominciare dalle sue lontane origini lituane, e persino a coinvolgerla in un progetto singolare: farle vincere il record di «Automobilista patentata più anziana».
Lei, che nel suo secondo secolo di vita credeva di avere ormai chiuso con l'amicizia, è conquistata da quel ragazzino con l'aria fragile e buffa che la fa sentire speciale, tanto da restare profondamente delusa quando quei sabati fatti di faccende domestiche, racconti e lezioni di guida s'interrompono di colpo. Passa un sabato, poi un altro: del bambino, nessuna traccia.
Fino a quando si presenta a casa sua uno sconosciuto, un uomo di nome Quinn. È il padre del ragazzino ed è lì per completare quello che suo figlio aveva iniziato prima di essere strappato alla vita troppo presto. Da quel momento, Ona si ritroverà alle prese con i sensi di colpa di un padre, con il dolore di una famiglia spezzata, con un inatteso viaggio on the road che diventa un viaggio dell'anima.
Perché quella vita che le ha riservato più schiaffi che carezze ha ancora qualcosa di bello da regalarle. E, soprattutto, perché lei ha ancora tanto da offrire a chi ha smesso di sperare nella magia inattesa del destino.
Una storia delicata, che fa venire i brividi alle braccia e le lacrime agli occhi, certo, ma che lascia il cuore leggero, pieno di emozioni belle, di sentimenti positivi fra cui spiccano - nella loro luce un po' retrò, impolverata dal tempo - la riconoscenza e la gratitudine.
Da leggere.

amanda colombo