Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Legnano Calcio: si riparte come "SSD"

Il Calcio Legnano ricomincia e lo fa partendo da importanti cambiamenti. Ieri infatti il presidente Nicolò Zanda, in conferenza stampa e alla presenza del consiglio direttivo, ha annunciato le sue dimissioni, una carica che ha ricoperto dal luglio 2011 tra risultati sportivi eccellenti e momenti di amarezza e delusione, come quelli recenti.

La guida ora della società, fino alla fine della stagione e prima di cambiare ragione sociale in ssd, spetta al geometra varesino Simone Fraietta: «Vogliamo riportare le persone allo stadio - ha spiegato Fraietta -, perchè il Calcio Legnano è importante per la città e di esso bisogna condividerne gioie e dolori. Oltre a questo, cercheremo di organizzare manifestazioni per il sociale e di riavvicinare l'amministrazione alla città. Ci piacerebbe vedere allo stadio il sindaco e gli assessori».

Ad intervenire in conferenza stampa anche Gaetano Paolillo: «Il Legnano, fin da giovane, mi ha dato tanto e sono contento ora di poter dare un aiuto. Fin da subito ci siamo posti il fine di sistemare la società dal punto di vista economico, facendo in modo che non avesse debiti, restituendo così l'immagine di una realtà pulita, disponibile a tutti. Il primo obiettivo ora è di mantenere la squadra in categoria».

Ad occuparsi della prima squadra a 360 gradi il ds Paolo Guidetti, il quale ha ricordato quanto sia stato difficile iniziare in corsa, ma sono riusciti lo stesso ad equilibrare la squadra nei vari ruoli. «L'aspetto positivo di oggi è vedere inseriti molti giovani che hanno entusiasmo in quello che fanno», ha aggiunto. Accorato infine l'appello di tutti verso i tifosi e la cittadinanza ad andare allo stadio per supportare i Lilla.

Da domenica 11 gennaio tutti i giocatori entreranno in campo accompagnati dai ragazzi del settore giovanile. Questo un piccolo segnale per i tifosi e un'attenzione verso i ragazzi. La società vede infatti nel settore giovanile una parte importante del proprio assetto: ad oggi il Legnano Calcio conta infatti 283 tesserati, un numero importante e sopratutto da valorizzare. «Voglio che il settore giovanile sia ristrutturato - ha sottolineato il responsabile Giampaolo Montesano -, lavorando un po' di più sulla qualità e non sulla quantità. Dobbiamo essere superiori alle altre squadre della zona. Io cercherò di fare il bene del Legnano Calcio anche se questo comporterà decisioni difficili e possibili critiche». Montesano ha inoltre annunciato che è stata trovata una nuova struttura dove poter allenare le squadre, oltre a nuovi collaboratori.

Manuela Zoni