Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Cerini su Tmc, «Niente di vero nelle parole di Caputo»

Arriva puntuale la risposta del sindaco Mirella Cerini, al commento del consigliere Mino Caputo, appoggiato da Giovanni Minelli, sul fallimento dell'azienda Tmc, dove, secondo l'opposizione, la maggioranza non avrebbe mostrato la vicinanza necessaria ai lavoratori castellanzesi lasciati a casa dall'azienda.


A proposito delle esternazioni del consigliere Caputo in merito al fallimento dell’azienda TMC è doveroso precisare quanto segue:

- Non risponde al vero che l’amministrazione Cerini non si è interessata alla vicenda dei lavoratori castellanzesi di TMC: infatti il sindaco ha mantenuto contatti con il sindacato, tenendo aperto il dialogo e arrivando a proposte concrete. Si è impegnata a far da tramite tra aziende alla ricerca di personale e i sindacati stessi per ricollocare i lavoratori castellanzesi di TMC, impegno questo che continuerà anche in futuro.

- Si evidenzia che, poiché l’azienda aveva sede a Busto Arsizio, il luogo deputato per le assemblee sindacali è sul territorio di Busto, come anche i sindacati interessati nella vicenda avevano suggerito, indicando come luogo idoneo il Museo del Tessile.

- Di fronte alla complessità delle vicenda polemizzare per la richiesta di 50€ è un miope pretesto. A tal proposito si ricorda che il funzionario comunale ha correttamente applicato il regolamento (che il consigliere Caputo dovrebbe ben conoscere) che prevede l’uso gratuito dei locali comunali in soli due casi, primo per iniziative che hanno il patrocinio dell’assessorato cultura, secondo per argomenti di interesse generale per l’intera collettività.

- Nel comunicato Caputo si presenta come rappresentante delle RSU, in realtà non può fregiarsi di tale titolo, in quanto, essendo l’azienda fallita, la RSU non esiste più; perciò questo suo intervento è a nome dei lavoratori della TMC o a titolo personale?

A sostegno dell’intervento di Caputo si è espresso anche il consigliere Manelli per il quale  risulta sempre attuale il verso del sommo poeta: “Non ragioniam di lor, ma guarda e passa”.

Mirella Cerini